rccl

Le crociere sono sicure e ancora altamente competitive: questi i primi dati che emergono dalla ricerca “Global Consumer Sentiment” condotta da Psb – Penn, Schoen & Berland Associated, Inc. per Royal Caribbean su un campione rappresentativo della popolazione mondiale – crocieristi e non crocieristi dai 25 ai 75 anni – fra il 20 e il 29 gennaio 2012. In particolare, la ricerca evidenzia come, a livello globale, l’interesse verso le crociere rimanga piuttosto alto fra coloro che hanno fatto una crociera almeno una volta nella vita (87%). Dato ancora più interessante è la propensione alla vacanza in crociera da parte di coloro che non ne hanno mai fatta una: il 70% dei non-crocieristi considera infatti la crociera fra le alternative possibili della sua prossima vacanza. Anche il Paese di provenienza è fattore condizionante: in Nord America e in Australia la crociera rimane infatti, fra i crocieristi, la prima scelta di vacanza, mentre la propensione diminuisce leggermente fra gli Europei, che più da vicino sono stati toccati dall’incidente di Costa Concordia, soprattutto fra coloro che non hanno mai preso parte ad una crociera. In generale si tratta però di dati incoraggianti: il 60% dei non-crocieristi europei (UK + EU) considera infatti l’ipotesi di scegliere una vacanza in crociera.

Sicurezza a bordo
Un altro dato importante è sulla sicurezza. Come si evince chiaramente dal grafico sotto riportato, a livello globale l’89% dei crocieristi e l’82,6% dei non-crocieristi ritiene le crociere sicure. Addirittura, oltre il 50% dei crocieristi e il 39,2% dei non-crocieristi le ritiene più sicure di altre tipologie di vacanza (solo il 7,8% dei crocieristi e il 17,2% dei non-crocieristi le ritiene meno sicure, il restante le ritiene né più né meno sicure di altre tipologie di vacanza). La situazione si mantiene più o meno sulle stesse cifre in Europa (il panel Europa include Germania, Francia, Spagna, Italia e Norvegia), dove le crociere sono più sicure di altre tipologie di vacanza per il 45,6 % dei crocieristi e il 30,4% dei non-crocieristi e meno sicure per 13,4% dei crocieristi e il 16% dei non–crocieristi (il restante del campione le ritiene né più né meno sicure di altre tipologie di vacanza). Nel nostro Paese, poi, le crociere risultano più sicure di altre tipologie di vacanza per quasi un italiano su due. Infine una nota sulle compagnie. Come si evince dalla tabella sotto riportata, Carnival Cruise Lines, Royal Caribbean International e Princess Cruises a livello globale sono i marchi più noti  nel mondo. Delle tre Royal Caribbean International, alla domanda “Con quale fra le compagnie di crociera indicate preferiresti partire nei prossimi due anni?” balza al primo posto nelle preferenze dell’81% dei crocieristi e il 70% dei non-crocieristi Europei (UK + EU), l’87% dei crocieristi e il 79% dei non-crocieristi canadesi e americani e addirittura il 90% dei crocieristi e il 92% dei non-crocieristi sudamericani.

Commenti

CONDIVIDI