bruges-ok

Bisogna mettersi d’impegno. Ma si può sfuggire all’immagine stantia di Bruges esportata in tutto il mondo, dalla Venezia del nord al Museo del Merletto. Si scopre così una città incantevole, patrimonio dell’Unesco, dove sbarcavano i mercanti genovesi, i tessuti in viaggio dall’Inghilterra verso il Mediterraneo, le spezie dell’Oriente.

 

Protagonista l’acqua

bruges-6Protagonista l’acqua che scorre in una miriade di canali come il più romantico, il Groenerei, verde, costeggiato da alberi, eleganti case seicentesche, e la torre della Cattedrale. È una grande rete liquida anche la Ghent-Ostenda che ospita un via vai di chiatte, con il canale che nel 1200 serviva da fossato. Sulle vie d’acqua si naviga in una delle tante crociere, turistiche ma indispensabili se si vuole entrare nel cuore della città, ma anche approdare al lago Minnewater, antico porto fluviale, colonizzato da folaghe e cigni.

bruges-9In spiaggia o in città

Ma in un giorno di vento, come gli abitanti, si va sulla spiaggia a Zeebrugge, la città del porto vecchio, per far volare gli aquiloni, sfidare il mare con il kitesurf o passeggiare tra le dune. Mentre una ciclabile di otto chilometri lungo un canale, tra boschi e prati, porta allo spettacolare villaggio medioevale di Damme. In città, se si riesce a rinunciare a una sosta per un cocktail allo storico Café Craenenburg al Markt invaso dalle bancarelle di fiori il sabato mattina, davanti alla guglia del campanile del 1200, ci si sente a New York al De Republiek
 (36 Sint Jacobsstraat), tra film, mostre di fotografia e performance dei dj. Mentre sembra di essere in un quadro di Rembrandt al Gran Kaffee de Passage
, circondati da stampe e dipinti, dove si assaggia la carbonade, manzo in umido accompagnato un’ottima birra di abbazia.

 

Il centro storico meglio conservato al mondo

bruges-4Nel centro storico meglio conservato del mondo, tra 10 mila palazzi e 26 musei, distese di narcisi in fiore, si nascondono le case bianche del Begijnhof, il duecentesco convento abitato un tempo dalle beghine, donne sole ai tempi delle Crociate, oggi rifugio delle benedettine. Sulla deliziosa piazzetta Walplein si affaccia invece la Brouwerij de Halve Maan,  birrificio artigianale, mentre il meglio del mare del Nord è in mostra al Wismarkt, il vivacissimo mercato del pesce.

 

bruges-8Notti magiche

Gli habitué non si perdono una scorribanda al seicentesco Witte Pelikaan
, Vlamingstraat 23, soffitto a volta e un divertente bric-à-brac, dalle teiere barocche a bauli stravaganti. Mentre da Dag & Zonne
, (Langestraat 3), sul canale, si è in dubbio tra quadri fiamminghi, e oggetti improbabili. La notte è magica al T Voermanshuys, in una dimora del 1500, eccellenti breakfast. A meno di 100 euro.

 

Commenti

CONDIVIDI