alentejo-ok3

Scrive José Saramago in Levantado do chao – Una terra chiamata Alentejo, “La cosa più abbondante è il paesaggio”. In Portogallo, a sud di Lisbona, sotto un cielo bianco e blu come un azulejo la strada corre lungo spiagge a perdita d’occhio e si inoltra nell’Alentejo rurale, tra distese di sughereti di cui è il primo produttore mondiale.

 

Vigneti, spiagge e scogliere

alentejo-10Sui tetti e sui pali della luce nidi enormi di cicogne. Non c’è da stupirsi. L’Alentejo è il più grande santuario d’Europa di questi uccelli. Tra le varie tenute con latifondo trasformate in agriturismo, la più autentica è Herdade Das Barradas da Serra, da cinque generazioni di proprietà della stessa famiglia, circa 800 ettari e 100 mila querce da sughero, un avamposto per andare alla scoperta della campagna alentejana. A piedi, in bicicletta, a cavallo e con le guide messe a disposizione dal proprietario Luìs Dias, si attraversa un paesaggio impressionista, costeggiando colline e vigneti, cavalcando sulle spiagge spettacolari, racchiuse tra le scogliere, ma anche distese bianche lunghe chilometri, come Buzinhos, das Furnas, Tonel, che si raggiunge scendendo lungo una scaletta tra le rocce.

alentejo-6Fascino intatto

È un borgo da presepe Porto Covo che conserva intatto il fascino di quando era un piccolo paesino di pescatori. A Zambujeira do Mar, il ristorante Barca è poco più di un chiosco sulla strada, ma il pesce è freschissimo, sardine alla griglia, mariscos, fritto di calamari. Più suggestiva, per cena, la casetta nel cuore di Vila Nova de Milfontes che ospita la taverna Tasca do Celso, arredi rustici, e piatti ruspanti, saporiti soprattutto caldeiradas di pesce e mariscos, agnello, e le tipiche migas, a base di carne e verdure. Praia do Samoqueira ha i colori da arcipelago tailandese, e a 250 metri dalla costa, l’Ilha do Pessegueiro, con rovine romane e la Cappella di Nostra Signora di Queimada.

 

Per surfisti e birdwatcher

alentejo-7I surfisti si sfidano a Almograve, annunciata dalle dune rossastre. Il selvaggio Capo Sardão è l’unico posto al mondo in cui la cicogna bianca fa il nido sugli scogli (nella foto a destra). Mentre il Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina, a sud di Sines si attraversa lungo vari sentieri per pedoni e per mountain bike. La Rota Vicentina, inaugurata nel 2011, offre 350 chilometri fra Santiago do Cacém e il Cabo de São Vicente, in Algarve: la Via Storica (Caminho Histórico), che percorre le città principali e i piccoli villaggi, mentre il Sentiero dei pescatori (Trilho dos Pescadores) è un itinerario dove più stradine  portano a spiagge e a calette. Sembra di arrivare in una nobile dimora di famiglia a Sao Luis, vicino a Odemira. È il raffinato Amarelo Nature & Spa, arabeggiante, immerso negli uliveti, solo sette suite con idromassaggio, due piscine d’acqua salata con spettacolari effetti scenici, isolette con letti balinesi a baldacchino per rilassarsi. E soprattutto spa attrezzata. Per il nuovi fans dell’Alentejo, esigenti nomadi internazionali.

 

© Sailing & Travel Magazine 2014 – Riproduzione Riservata

 

Commenti