Centodieci anni fa, per essere esposte in fiera, le barche venivano trasportate al Madison Square Garden su carri trainati da cavalli.  E nel 1905, quando fu fondato il primo “National Motor Boat Show” a New York City, negli Stati Uniti esistevano solo 15 mila natanti. 

 

Con la creazione del boat show, infatti, i cantieri navali e le fabbriche di motori pensavano di portare la passione nautica alle masse e di esporre le ultime innovazioni. Oggi, secondo la National Marine Manufacturers Association, ben 15 milioni di “recreational vessels” scorazzano per le acque dolci e salate degli USA. Da mercoledì 21 a domenica 25 gennaio, al Jevits Center (un gigantesco centro fieristico situato a Midtown West, lungo l’Hudson River) si terrà il Progressive Insurance New York Boat Show che celebra il 110° anniversario insieme con il Fire Department of New York (FDNY) che celebra il suo secolo e mezzo di vita. Secondo gli organizzatori è la fiera nautica (dedicata principalmente alle barche a motore) più antica del mondo e quella che va avanti ininterrottamente da più tempo. Gli entusiasti (dotati di un bel portafoglio), potranno fare shopping tra lussuosi motor yacht di ultima generazione, sport fisher, veloci motoscafi sportivi e barche a vela. Ma al boat show ce n’è per tutte le tasche: prima di tutto si trovano imbarcazioni che possono essere finanziate con 250 dollari al mese e poi anche piccole powerboat, kayak e migliaia di nuovi gadget tecnologici e accessori. È una buona occasione per sfuggire al freddo e al grigiore di gennaio e tuffarsi nel sogno di un’estate per mare. 

 

Dalla grande al piccino

b2ap3_thumbnail_NY-boat-2.jpgLa “regina” della fiera sarà il Sea Ray 510 Sundancer (nella foto), un motor yacht da 51 piedi che costa 1,5 milioni di dollari (1,295 milioni di euro) perfetto per il diporto che, secondo il cantiere, offre il comfort di una casa con un nuovo, come lo definiscono al cantiere, «open format skyflow design»: una parte di sovrastruttura trasparente che lascia entrare una grande quantità di luce naturale. Un altro degli highlights sarà il debutto dello Scarab 255 Jet Boat, la più grande “jet boat” mai costruita. La manifestazione metterà l’accento anche sulla sicurezza per mare. E infatti il Fire Department of New York (FDNY), ovvero i pompieri della Big Apple, celebrano il loro 150t° anniversario in fiera alla FDNY Celebration Station.  Ogni giorno i visitatori potranno conoscere le più storiche ed eroiche operazioni di salvataggio marittimo compiute dal FDNY (come quelle messe in atto dopo gli attacchi dell’11 Settembre 2001 o durante l’uragano Sandy nel 2012) e scattare anche un selfie per partecipare al concorso che mette in palio una gita per quattro persone su una vera “fireboat” del dipartimento.

 

Numeri sul Boat Show newyorkese e sulla nautica Usa

L’industria nautica da diporto ha continuato la sua crescita nel 2014 e la National Marine Manufacturers Association (NMMA) prevede un incremento del 5-7% nelle vendite di nuove barche a motore. 

Il 95% delle barche vendute negli USA è costruita negli USA.

Il 95% di costruttori sono piccoli cantieri

Il 95% delle barche in funzione negli USA raggiungono al massimo i 26 piedi.

Il totale delle vendite a New York (nuove imbarcazioni, motori, carrelli, accessori) nel 2013 ha raggiunto i 560 milioni di dollari (quasi 484 milioni di euro), con un incremento del 4% rispetto al 2012. 

New York è all’ottavo posto a livello nazionale per barche immatricolate (456.909). 

Dalla sua fondazione, il Progressive Insurance New York Boat Show ha accolto più di otto milioni di visitatori. 

New York City ha avuto più fiere nautiche che sindaci: 110 boat show contro 109 Primi Cittadini!

 

Info Pratiche

Il Progressive Insurance New York Boat Show si tiene dal 21 al 24 gennaio al Jacob K. Javits Convention Center (655 West 34th Street, Ingresso Principale: su Eleventh Avenue, angolo con 35th Street). Ingresso: 15 dollari per gli adulti. Per i ragazzi con meno di 15 anni l’ingresso è libero. Orari: dal 21 al 23 gennaio 12-21. Sabato 24 gennaio 10-21 e domenica 25 gennaio 10-17. 

 

Commenti

CONDIVIDI