new-brunwick-ok

Le maree sono le più impressionanti del pianeta (16 metri di dislivello) nella baia di Fundy in New Brunwich, nel Canada più sperduto. Da giugno a settembre, nuvole di vapore segnalano  più di 15 specie di balene, inseguite poche miglia al largo. Una vera caccia, fotografica, che attira whale watcher da ogni parte del mondo. Il Canada di Greenpeace è una full immersion nel  wilderness,  i paesaggi del grande Nord descritti nei cult book di Alistair Mac Leod e di Alice Munroe, gli scrittori più amati.

 

Il mondo antico dell’Acadia

new-brunwick-9Dalle foreste che arrivano alle porte delle città ai fari maestosi ammirati come i castelli in Europa, avvolti dalle nebbie che salgono dalle acque dove la Corrente del Golfo si incontra con i ghiacci del Labrador, segnalate dal suono delle campane. È l’Acadia, nel Seicento prima colonia francese dell’America Settentrionale, un mondo antico, proteso verso l’Europa scandito dai ritmi della pesca, la vita delle fattorie, i concerti di musica tradizionale nei borghi antichi. Per godersi lo spettacolo delle maree bisogna imbarcarsi sulla The Princess of Acadia, il traghetto che in tre ore attraversa la baia di Fundy e approda a Saint John, nel cuore del New Brunswich.

 

new-brunwick-7Lo spettacolo delle maree e delle Hopewell Rocks

Da qui si raggiunge il Fundy Trail, la scenografica strada che si insinua tra mare e foresta, promontori, calette di sabbia. Sono riserva della biosfera dell’Unesco le Hopewell Rocks (nella foto di copertina), rocce  lavorate dai movimenti del mare, isolette coperte dal mare che spuntano dall’acqua due volte al giorno, a seconda della marea. Si cammina sul fondo dell’oceano, e man mano che l’acqua sale, si naviga in canoa attorno alle rocce.

Oasi naturalistiche e foreste grandiose

new-brunwick-6Ma vale la pena anche di salire a bordo, accompagnati dal biologo marino, della motonave Island Quest Marine che parte dalla settecentesca St Andrew, la località di villeggiatura più famosa. E inseguire le balene che galoppano nelle acque azzurre. Mentre nel Fundy National Park c’è l’imbarazzo della scelta tra 100 chilometri di sentieri: un’oasi naturalistica popolata di alci e migliaia di uccelli migratori, tra laghi, fiumi e foreste grandiose, inquietanti  che a settembre,  l’estate indiana, durante il fall foliage,  si tingono di rosso, giallo ocra, arancio e bordeaux.

 

new-brunwick-10Il protagonista è l’astice

Tra fascinosi villaggi come Saint Martin’s con un ponte coperto in miniatura che ricorda quello di Madison County, si raggiunge Shediac (nella foto a sinistra, la statua all’ingresso della città), a circa 200 chilometri. Protagonista di questa cittadina sonnolenta l’astice, pescato al largo e scaricato a ritmo incessante dalle lobster boat ai baracchini, ma anche a ristoranti blasonati come Maison Tait, prestigiosa dimora ottocentesca con giardino dove mangiare è una bella avventura culinaria. Si prova l’emozione di una cattura in diretta del pregiato crostaceo, salendo sulla barca di Ron e Denise Cormier, pescatori professionisti. 

 

I più pigri si godono la giornata alla spiaggia Parlee, cinque chilometri di sabbia affacciata sulle acque più tiepide del Canada, tra affumicatoi di aringhe da gustarsi sul posto, fino a Cap-Pelé, minuscolo villaggio di pesca. Rende omaggio al suo nome Cap Tourmentine, spazzato dal vento.

 

Guarda tutta la gallery

{igallery id=407|cid=739|pid=27|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

 

© Sailing & Travel Magazine 2014 – Riproduzione Riservata

Commenti