RCI_Navigator_WhirlpoolFun

La “nave delle meraviglie” Navigator of the Seas toccherà Messina ogni settimana per 27 volte fra maggio e ottobre, movimentando da sola 84.000 passeggeri durante bellissimi itinerari di 7 notti nel Mediterraneo Orientale.
Proprio da Messina, oltre che da Civitavecchia, a bordo di Navigator of the Seas, partiranno le due crociere gastronomiche promosse da Royal Caribbean International: il 7 maggio quella con lo chef mediatico e astro brillante della scena gastronomica italiana Alessandro Borghese, e la “Crociera del Gusto”, dal 17 al 24 giugno, con il Prof. Giorgio Calabrese, famoso nutrizionista, docente universitario e Presidente dell’ONAV “Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Vino”.

Oltre a Navigator of the Seas toccheranno Messina anche due navi della pluripremiata Classe Solstice di Celebrity Cruises, premium brand del Gruppo: Celebrity Equinox, che navigherà nel Mediterraneo tutta la stagione effettuando 8 scali nel porto siciliano e Celebrity Silhouette, che approderà a Messina 3 volte durante indimenticabili itinerari di 12 e 13 notti nell’Adriatico in partenza da Venezia. In tutto le tre navi movimenteranno su Messina oltre 115.000 passeggeri su un totale di 38 scali, con notevole beneficio per il turismo della città e dell’intera regione. Proprio durante la conferenza stampa di oggi è stato annunciato il progetto di ricerca dell’OCTI – Osservatorio Crocieristico Territoriale Italiano – sull’impatto economico delle crociere RCCL sulla Sicilia.  

“Messina è una città d’inestimabile valore, sia da un punto di vista culturale che geografico. L’inaugurazione del nuovo home-port è la chiara affermazione della nostra ferma intenzione di sviluppare in maniera sempre più significativa il mercato italiano, e quello siciliano nello specifico  dichiara Gianni Rotondo, Direttore Generale RCL Cruises LTD Italia – Grazie alla proficua collaborazione con il porto e gli enti locali, confidiamo di poter raggiungere l’ambizioso obiettivo di imbarcare 4.000 siciliani già nella stagione corrente”.

Commenti

CONDIVIDI