Rania-Khodr-Direttrice-ufficio-del-turismo-Oman

Mare e montagna, sport e relax, turismo e cultura, lusso e low-cost: quella in Oman sembra poter essere la vacanza perfetta, adatta davvero a tutti i gusti. A raccontare pregi e virtù del paese medio-orientale è Rania Khodr, direttrice dell’Ufficio del Turismo del Sultanato.

oman3Partiamo da una domanda semplicissima: perché andare in Oman?

«Beh, innanzitutto direi: e perché no?! L’Oman rappresenta una meta turisticamente nuova ed esotica, è un paese pulito e colorato, molto fiero della sua storia e capace di dimostrare tutta la sua modernità, senza però mai dimenticare l’importanza della tradizione e del suo patrimonio culturale. Non è un caso che qui i grattacieli non siano mai arrivati, abbiamo davvero un grande senso di preservazione della natura e dell’ambiente. Credo poi sia davvero un viaggio per tutti i gusti: sport, lune di miele, relax nelle spa, natura e cultura, con più di 500 fortezze sparse nel paese. C’è davvero di tutto: deserti, montagne, spiagge… Nello stesso viaggio è possibile fare diving, pescare, giocare a golf e addirittura avventurarsi in arrampicate in montagna. Infine, credo valga la pena andare in Oman perché è una nazione sicura, di mentalità molto aperta, con un clima fantastico: in inverno quando in Europa è freddo, qui ci sono più di 25 gradi.»

È quindi l’inverno la stagione più bella per visitare il paese?
«Direi che è un paese visitabile in tutte le stagioni. Il clima è incredibile soprattutto in inverno, mentre forse d’estate fa eccessivamente caldo, tanto che per il turismo è questa la bassa stagione, in cui si trovano ovviamente i prezzi migliori. Anche se ci tengo a sottolineare come l’Oman, in generale, non sia affatto una nazione costosa: certo, ci sono splendidi resort a 5 stelle, ma è semplicissimo anche trovare strutture low cost di ottima qualità. È una nazione molto ospitale, aperta a tutti, ma è fondamentale che si rispettino la natura e la cultura del paese.»

oman2Che legame c’è tra l’Oman e il mare?
«Innanzitutto dal punto di vista dello snorkelling l’Oman è estremamente affascinante, è davvero facile vedere balene, delfini e tartarughe. Possiamo poi contare su ben 3000 km di spiagge meravigliose, non è da tutti. E il fiore all’occhiello è certamente la spiaggia di Ras al-Hadd, che oltre ad essere il primo luogo in Medio Oriente in cui sorge il sole, tra settembre e novembre regala anche uno spettacolo incredibile, unico, con migliaia di tartarughe che escono dal mare per deporre le uova. Inoltre, per l’Oman il mare è importante anche dal punto di vista della comunicazione, tanto che abbiamo alcune barche impegnate in importanti regate europee e mondiali. Ma per noi è estremamente naturale comunicare attraverso il mare: nell’antichissima storia dell’Oman, lunga circa 5000 anni, il Sultanato è sempre stato molto legato al suo mare. Non dimentichiamoci che gli Omani erano grandi navigatori, tanto da essere arrivati fino in Cina per fare scambi. È proprio grazie a questa lunga storia, se ancora oggi comunichiamo attraverso il mare.»

I principali eventi del prossimo anno?
«Il 2013 si aprirà con il Festival di Muscat e con la settimana della moda, tra gennaio e febbraio. Poi ci sono gli eventi legati alla vela con Oman Sail, e il tour dell’Oman in bicicletta, mentre in aprile si apre la stagione dell’opera. È una cosa davvero particolare, molto esotica, e in pochi credo si immaginino di poter fare diving o snorkelling per tutto il giorno, concludendo la giornata andando all’opera. E soprattutto non è affatto cara, ci sono posti in vendita a 120 euro come a 6 euro, dove si trova nel mondo una cosa simile?»

oman7Che turismo va per la maggiore in Oman e che importanza ha per voi il mercato italiano?
«Il mercato principale è composto da turisti tedeschi e inglesi, seguiti dai francesi e dagli italiani. Proprio quello italiano è un mercato a cui teniamo molto, e la dimostrazione sono i quattro voli diretti a settimana. Gli italiani sono grandi viaggiatori, si muovono molto e sono avventurosi, puntiamo molto a questo mercato. Certo, sappiamo bene che avete hanno una nazione meravigliosa, e dunque diventa ancora più difficile competere, ma vogliamo far capire come la bellezza dell’Oman sia completamente differente rispetto a quella italiana. E poi sappiamo quanto gli italiani adorino il mare, e visto che in inverno non è così semplice andare in spiaggia in italia, sono certa che da noi possano trovare tutto ciò che cercano.»

Commenti