concordia1

Così è stato deciso questa mattina dopo un’ora di camera di consiglio al tribunale di Grosseto. L’avvocato Marco De Luca, legale dell’armatore genovese ha commentato: «Ci è sembrata la soluzione più ragionevole».

Con la sentenza di patteggiamento Costa Crociere spa esce dall’inchiesta sul naufragio della Costa Concordia. La compagnia di navigazione è stata indagata ai sensi della legge 231 sulla responsabilità delle società a causa di reati commessi da propri dipendenti o incaricati. Tuttavia, secondo quanto spiegato, Costa Crociere continuerà ad essere presente nel processo come parte danneggiata a causa della perdita della nave.

«Ci costituiremo parte civile nel processo. Chiederemo il risarcimento del danno per la perdita della nave»: lo ha annunciato il difensore di Costa Crociere spa, avvocato Marco De Luca. La richiesta sarà fatta all’udienza preliminare che inizia il 15 aprile. De Luca lo ha detto dopo la sentenza di patteggiamento per Costa spa indagata ai sensi della legge 231.

Fonte: Corriere.it
Link all’articolo originale:

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2013/10-aprile-2013/concordia-patteggiamento-costa-un-milione-euro-212574720151.shtml

Commenti

CONDIVIDI