best-in-travel-ok

È ormai uno degli appuntamenti più attesi dell’anno nel mondo del turismo. È il momento in cui Lonely Planet svela il suo Best in Travel, ossia le top 10 delle destinazioni di viaggio per l’anno successivo. Novità 2015, l’edizione in italiano della guida. Peccato però che di Italia ci sia ben poco. 

 

Del nostro Belpaese, infatti, soltanto Milano compare in una delle tre categorie (paesi, regioni e città), grazie al traino (ma sarà davvero un traino, per come si stanno mettendo le cose?) di Expo 2015. Il capoluogo lombardo si prende comunque il terzo gradino del podio nella classifica delle città, dietro a Washington DC (USA) ed El Chaltén (Argentina).

 

Niente di italiano, invece, per quanto riguarda le altre graduatorie. Tra i paesi, lo scettro va a Singapore, che nel 2015 festeggerà il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza oltre all’inaugurazione della National Art Gallery, futuro polo mondiale dell’arte, e del Singapore Sports Hub, l’impianto che ospiterà i Giochi del sud-est asiatico. Altro che Expo made in Milan. Il podio dei paesi è completato dalla Namibia, seconda, e dalla Lituania (leggi il nostro reportage), sul gradino più basso del podio.

 

Per quanto riguarda la classifica riservata alle regioni, la prima piazza è occupata dalla Penisola di Gallipoli, in Turchia, davanti al Rocky Mountain National Park (USA) e al Distretto di Toledo, in Belize (leggi il reportage). Quinto posto per la Norvegia Settentrionale (guarda la puntata della web serie #vadoaquelpaese), meritevole di menzione però grazie a un appuntamento imperdibile: l’eclissi totale di sole prevista il 20 marzo alle isole Svalbard. La prossima sarà nel 2026, vedete voi se vale la pena aspettare 11 anni.

 

Commenti