Bissaro-Sicouri

Dopo l’oro ottenuto con una giornata d’anticipo da Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri (secondo anno di fila nella World Cup di Miami), protagonisti assoluti della classe olimpica Nacra 17 tanto da non aver bisogno neanche della medal race per dimostrarsi i più forti (regata che comunque hanno vinto lo stesso, tanto per non lasciare spazio ai dubbi), la vela italiana conquista altre due medaglie.

 

Medaglie a go-go

Conti-ClapcichNei 49er FX, lo skiff femminile, la coppia Giulia Conti e Francesca Clapcich (nella foto a sinistra) ha conquistato l’argento dietro al binomio neozelandese Alexandra Maloney-Molly Meech. Grande prova delle azzurre che con la vittoria di giornata proprio nella medal race davanti alle dirette avversarie, le brasiliane Grael-Kuntz, iridate in carica e veliste dell’anno 2014 Isaf, dinmostrano il loro valore assoluto. 

 

Gualandris-Zanetti-Skud-18La terza medaglia è in realtà la più vecchia cronologicamente: il bronzo conquistato da Marco Gualandris e Marta Zanetti (nella foto, a destar) venerdì nella classe paralimpica Skud 18 (la seconda dopo quella vinta l’anno scorso ad Halifax, in Canada, durante i Mondiali IFDS). Dispiace solo per i nostri due rappresentanti nel windsurf, entrambi con buone possibilità finali. La bella Flavia Tartaglini a causa di una partenza anticipata nella medal  race ha dovuto scendere dal podio fermandosi in quarta posizione, una riprova però del suo eccellente stato di forma. Meno brillante il suo corrispettivo maschile, Mattia Camboni che pur in odor di podio durante le regate, ha chiuso dopo l’ultima prova al decimo posto. Buon risultato anche per Michele Paoletti nel Finn che con il sesto posto in medal race chiude la trasferta americana all’ottavo posto. 

 

Commenti