vento-sardegna-imoca-big

La società Le Sarde Srl, creata da Andrea Mura e dal suo team per gestire la sfida del velista sardo al Vendée Globe, annuncia di aver venduto l’IMOCA 60 Vento di Sardegna, disegnato da Verdier/VPLP e costruito da Persico Marine apposta per il giro del mondo in solitario e senza scalo.

 

vento-sardegna-imoca-andreaUn’occasione perduta da molti sponsor

La decisione è stata dettata dalla difficoltà oggettiva di raccogliere un budget all’altezza di un impegno della durata minima di quattro anni. Anche in seguito ai problemi di assegnazione supporti della regione Sardegna relativi alla precedente campagna agonistica di Andrea Mura. La decisione di vendere la barca, risulta ancora più gravosa perché arriva a metà opera di raccolta risorse: Le Sarde infatti era riuscita a coprire la costruzione della barca, ma è mancato poi lo sponsor che avrebbe dovuto coprire il resto dell’avventura: setup imbarcazione test in mare e regate di qualifica, come la Transat Jacques Vabre, la transatlantica in coppia da Le Havre, in Francia, a Itaji in Brasile. Spiegano dalla società: «La scelta è stata ancora più difficile: il nuovo IMOCA 60 è davvero un gioiello di tecnologia italiana, costruita con tecnologie innovative, e che il Vendée Globe è uno straordinario veicolo di comunicazione, unico nel panorama delle regate d’altura in solitario. Siamo certi che l’IMOCA 60 italiano correrà le prossime regate ai massimi livelli e auguriamo il meglio al nuovo team». Chiude lo skipper Andrea Mura: «C’è amarezza per questo stop, ma la mia indole mi porta a cercare sempre nuove sfide. Andrea Mura non finisce con il progetto Vendée, ho già in mente nuovi traguardi agonistici da raggiungere e record da battere».

Commenti

CONDIVIDI