fotostoria-lovers-big

Noi ora sappiamo che quell’anno fu Alinghi a incontrare, e sconfiggere, il defender e a riportare dopo 152 anni la vecchia brocca in Europa, ma al tempo della foto Luna Rossa era quella del Silver Bullet del 2000, il proiettile d’argento che aveva fatto innamorare migliaia di entusiasti sostenitori in tutto il mondo. In quei giorni, fa tappa nel porto neozelandese anche l’Amerigo Vespucci. Dalla nave scuola della Marina Militare italiana impegnata in una crociera intorno al mondo sbarca un marinaio, che dopo un paio di giorni di studio, dell’ambiente, capisce la situazione e formula questo pensiero: «Marinaio lo sono, italiano pure e sono anche imbarcato sull’Amerigo Vespucci. Ma se non dovesse bastare per conquistar
e la bionda pin-up neozelandese? Poco male, mi metto un giubbotto e un cappellino di Prada e dico che sono in regata su Luna Rossa: non può resistere!».
 E in effetti, come si vede…

La foto fu scattata da Carlo Borlenghi ed è pubblicata nel libro Big Sailing (C. Borlenghi – G.Giulietti) edito da Gribaudo.

Commenti