simcic-ban-ki-moon

Lo scorso 6 febbraio, Ban Ki-moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha incontrato Igor Simčič a New York, nel palazzo di vetro dell’Onu per riconoscere in modo ufficiale l’attività del progetto Esimit Europa, nell’unire nazioni, paesi e persone per il raggiungimento del successo comune. Lo strumento scelto per veicolare il messaggio, come sanno bene gli appassionatidi vela, è lo sport: il supermaxi Esimit Europa 2 (nella foto sotto) e il suo equipaggio dalle molte provenienze europee, negli ultimi 5 anni ha raccolto 32 vittorie nelle più prestigiose regate internazionali.

 

Esimit-Europa-2Le parole dell’incontro all’Onu

Amichevole, pure nell’ufficialità dell’incontro Ban Ki-moon ha manifestato la sua attenzione al progetto fondato da Simčič ormai 20 anni fa. Le parole del segretario generale riguardo all’iniziativa sono state lusinghiere: «Sono particolarmente interessato ai principi e ai valori di questo progetto e alle opportunità di reciproca collaborazione tra le Nazioni Unite e il progetto Esimit Europa. Quello che state facendo è molto importante perché ci state aiutando a ottenere pace, sviluppo e armonia tra i popoli. Auspico tutto il bene possibile a questo progetto e penso alla sua possibile  implementazione anche in altri continenti oltre l’Europa». Igor Simčič, fondatore del progetto, ha così ribadito il concetto e l’apprezzamento per l’importante sigillo dato dalle nazioni Unite alla sua creatura: «Il progetto Esimit Europa sta promuovendo l’idea di unire con successo persone e nazioni, per un futuro migliore del mondo. L’apprezzamento del Segretario Generale Ban Ki-moon e il riconoscimento delle Nazioni Unite rappresentano per noi una forte motivazione a continuare nella nostra azione, condividendo il nostro messaggio con altri continenti come l’Australia, l’Asia e le Americhe».

 

Commenti