Ieri notte, durante la navigazione verso Capo Hatteras, il timone sopravento del VOR 70 Maserati è stato gravemente danneggiato dall’urto con un pezzo di legno. Si è reso necessario il rientro immediato a Charleston dove il timone verrà subito sostituito. Ovviamente è stata rimandata la partenza del tentativo di record di miglia percorse nelle 24 ore, che prevedeva una finestra favorevole nella notte tra il 9 e il 10 marzo.
Così ci spiega Giovanni Soldini al telefono: “Era notte, non si vedeva niente. Abbiamo preso un legno nel bordo di entrata del timone sopravento. Si è creata subito dell’aria sul profilo, il timone non timona più, va in cavitazione. Siamo costretti a rientrare a Charleston perché in queste condizioni è impossibile tentare il record. Per fortuna abbiamo un timone di scorta che ci aspetta a Charleston. Nel frattempo ci metteremo a studiare il meteo per individuare un’altra finestra adatta al record“.

Il record di miglia percorse nelle 24 ore, monitorato dal World Sailing Speed Record Council, è attualmente detenuto nella categoria dei monoscafi dal VOR 70 Ericsson 4, che lo ha conquistato tra il 28 e il 29 ottobre 2008, durante la prima tappa della Volvo Ocean Race. Il brasiliano Torben Grael e un equipaggio di dieci persone, a bordo di Ericsson 4, hannopercorso ben 596,6 miglia in 24 ore, alla velocità media di 24,85 nodi.
Il record può essere seguito quasi in diretta attraverso il sito di Giovanni Soldini e Maserati (www.maserati.soldini.it): news, video e foto spediti da bordo, monitoraggio costante delle condizionimeteo marine, tracking online per controllare in tempo reale posizione e velocità di Maserati. Aggiornamenti continui anche sui social network: Facebook (Giovanni Soldini Pagina Ufficiale) e Twitter (@giovannisoldini; @borisherrmann; @BradVanLiew ).

Commenti