isaf-rolex-sailor-award-2014-

 

All’Isaf Rolex World Sailor of the Year Awards 2014, tenuto a Pueblo Español, Palma de Mallorca, Spagna, ieri 4  novembre, l’australiano James Spithill è stato scelto come vincitore tra gli uomini per aver guidato il team Oracle Usa alla vittoriosa difesa della Coppa America, partendo da un pesantissimo 8 a 1 di svantaggio (vinceva il primo che arrivava a nove) contro Emirates Team New Zealand. L’impresa ha delle proporzioni epiche: la serie di otto vittorie consecutive è il massimo risultato in una finale di un evento mondiale. Il successo del 2013 è la seconda Coppa vinta da Spithill in 162 anni di storia dell’America’s Cup. Il successo del rosso James al trofeo per il migliore velista dell’anno decretato dalla giuria dell’Isaf, la federvela mondiale, conferma la buona salute della vela astraliana: prima di lui altri gli Aussie a entrare nella Hall of Fame del trofeo voluto dalla casa orologiera di Ginevra sono stati Mat Belcher nel 2013 e Tom Slingsby nel 2010.

 

E tra le signore…

Ad aggiudicarsi il globo con raffigurati gli element che condizionano la vita dei velisti, acqua e aria, tea le donne, sono state due giovanissime Martine Grael e Kahena Kunze. Brasiliane ed entrambi 23enni, hanno mantenuto la leadership nell a World Cup Isaf della classe 49erFX per tutta la scorsa stagione. La dimostrazione del logo valor e della logo determination si è avuta allo scorso campionato del mondo dello skiff femminile, in cui hanno fatto loro la vittoria solo nella penultima bolina dell’ultima regata. Martine e Kahena sono il quarto premio Sailor of the Year che prende la strada del Brasili, dopo la vittoria di Torben Grael (è un caso che sia il padre di Martine?) nel 2009 e la doppietta di Robert Scheidt nel 2001 e nel 2004.

Un paio di curiosità sull’Isaf Rolex World Sailors of the Year Award: anche Russel Coutts l’ha vinto due volte, la prima da neozelandese nel 1995 e la seconda da svizzero nel 2003. A essere eletto il migliore più volte in assoluto è stato il sempre inglese (addirittura nominato Sir da sua maestà la Regina d’Inghilterra) Ben Ainslie: quattro le sue affermazioni 1998, 2002, 2008, 2012. Sempre nel 2008, ma tra le veliste, si è affermata Alessandra Sensini, l’unico velista italiano ad aver mai vinto il premio in ormai 20 edizioni.

Commenti

CONDIVIDI