Si parla sempre di sport moderno, tv, dati e date certe, con l’obiettivo di provare finalmente a svecchiare la vela professionistica. Peccato che poi ci si ritrovi costretti per mesi a dover elemosinare anche le informazioni più basilari.

 

 

Vien da chiedersi se sia davvero questa la strada più giusta. Una domanda su tutte: dove si svolgerà la prossima Coppa? Non è una questione da poco, visto che proprio in funzione del meteo è necessario definire i parametri principali della barca. E poi: che formato  per gli act pre-Coppa? Ci sarà obbligo di nazionalità per gli equipaggi? 

 

Tutte queste informazioni sono durissime da reperire persino per gli esperti del settore, per chi nella Coppa ci lavora. Figuriamoci che nebbia per chi accende la televisione a caso in cerca di un evento sportivo. Buco nell’acqua del messia Coutts.

 

Commenti

CONDIVIDI