Franck-Cammas-operato-big

 

Il dipartimento di chirurgia ortopedica dell’ospedale universitario Hotel Dieu di Nantes, in Francia, ha portato a termine con successo l’operazione alla gamba destra di Franck Cammas. L’impatto con il timone del GC32 avvenuto dopo una caduta lunedì 30 novembre aveva causato la doppia frattura di tibia e perone e una parziale rescissione del piede destro. 

L’intervento, proseguito per buona parte del pomeriggio e sera di lunedì, ha avuto successo e i medici hanno rassicurato Cammas sulla sua riabilitazione. Il velista francese non perderà l’uso del piede come si era ipotizzato in un primo momento: arterie, tendini e terminazioni nervose non hanno subito conseguenze permanenti.

L’impegno di Groupama Team France per la 35a America’s Cup, fanno sapere dal sindacato francese, non subirà conseguenze nonostante l’incidente allo skipper e il lavoro che coinvolge anche Michel Desjoyeaux e Olivier de Kersauson proseguirà a ritmo serrato. Diverso destino, invece, per la campagna olimpica di Cammas sul Nacra 17, che lo ha impegnato  negli ultimi tre anni insieme a Sophie de Turckheim, suo prodiere nel cat con equipaggio misto. Non potendo partecipare al mondiale del prossimo febbraio a Clearwater, non riusciranno a giocarsi la qualificazione contro Besson – Riou, equipaggio tre volte campione del mondo di Classe.

Il team Groupama ha rilasciato due dichiarazioni personali riguardo all’incidente.

Thierry Martel, di Groupama, sponsor di Franck Cammas dal 1998

«Innanzitutto siamo estremamente sollevati dalla notizia che Franck non perderà l’uso del piede. I prossimi mesi saranno davvero duri per un velista che è abituato a uscire in acqua 320 giorni all’anno. Comunque siamo sicuri che Franck affronterà la sfida con il suo solito spirito combattivo. Può contare suil nostro supporto incondizionato. Una relazione di sincera fiducia si è costituita tra Groupama e Franck, consolidata in 18 anni, Gli rimarremo fedeli come lui lo è sempre stato e siamo sicuri che uscirà da qyuesta esperienza più forte di prima. Possimao anche dire di avere fiducia in Bruno Dubois, Michel Desjoyeaux, Olivier de Kersauson e nell’intero gruppo di Groupama Team France per proseguire la preparazione per la 35a America’s Cup. È una caratteristica di un team di successo riorganizzarsi e rimanere funzianante quando qualcuno dei membri ha un problema».

Bruno Dubois, team manager di Groupama Team France

“È difficile trovare le parole in un momento di crisi come quello in cui ci siamo ritrovati da ieri (due giorni fa per chi legge, ndr). Stiamo lavorando sodo per colmare il ritardo che abbiam orispetto agli altri team e c’è ancora tanta strada da fare prima dell’appuntamento a bermuda nel 2017. Ci terremo focalizzati sull’obiettivo comune e speriamo di vedere Franck tornare al timone molto presto». 

Commenti