infiniti53r big

 

La società di Monaco Infiniti Yachts e l’inglese Dynamic Stability System (DSS) annunciano la partnership con il famoso studio americano Farr Yacht Design per un nuovo yacht ad alte prestazioni, Infiniti 53 R. Assieme agli altri yacht Infiniti, 36GT e un 46 piedi pronto per navigare alla RORC Transatlantic Race di novembre, anche il nuovo 53R progettato da Farr sarà dotato del DSS, tecnologia sviluppata negli ultimi 10 anni e che permette di aumentare la velocità di navigazione con ogni andatura, soprattutto al lasco, con un incremento della velocità di circa il 20%. Un’altra interessante proposta nel panorama delle soluzioni idrodinamiche per ridurre la resistenza all’avanzamento delle barche a vela, come già vedemmo per gli Imoca 60.

 

Più dritti e più veloci

Oltre dieci anni di ricerca e sviluppo per la tecnologia DSS che fu inventata dal progettista inglese Hugh Welbourn ed è un dispositivo costituito da un foil retrattile orizzontale, che fuoriesce dal lato sottovento dello scafo, a pelo d’acqua. Questa specie di ala produce una portanza in grado di incrementare il momento raddrizzante dell’imbarcazione in modo proporzionale alla sua velocità. In presenza di venti deboli invece il foil viene semplicemente ritratto all’interno della barca in navigazione tradizionale, avvalendosi della minore superficie bagnata e dal ridotto dislocamento grazie alla minor zavorra richiesta per il momento raddrizzante.

 

Ottime premesse

Alla Farr Yacht Design, fanno sapere, sono molto soddisfatti delle prestazioni risultanti garantite dalla tecnologia DSS. L’azienda è convinta che la partnership con Infiniti Yachts e Dynamic Stability Systems sarà conveniente per tutti, in particolare per gli armatori del nuovo yacht, che beneficeranno sia della rinomata esperienza dello Studio Farr per quanto riguarda gli yacht ad alte prestazioni sia dell’innovativa tecnologia DDS, recentemente installata anche a bordo di top racer quali il 100’ Wild Oats XII, sette volte vincitore della Rolex Sydney Hobart.

 

Britton Ward, Vicepresidente di FYD e Senior Naval Architect dichiara: «Gordon Kay di Infiniti Yachts e Hugh Welbourn hanno fatto tantissimo lavoro di ricerca e sviluppo. Noi vogliamo essere  sempre un passo avanti a tutti per offrire ai nostri clienti soluzioni innovative, di conseguenza diventare partner è la scelta migliore». 

 

Antenati di lignaggio

L’Infiniti 53R, è l’erede del Cookson 50, progetto vincente di Farr del 2003 che ha portato i vantaggi della canting keel tra i performance cruiser di piccola serie. Il nuovo Infiniti 53R è dotato di un ottimo piano velico e linee d’acqua davvero artistiche, dove la bassissima resistenza idrodinamica va a nozze con la potenza della stabilità di forma incrementata a sua volta dal DSS e dalla canting keel. Uno spigolo corre sulla carena fin quasi a prua, facendo in modo di avere ulteriore stabilità quando si naviga sbandati. L’inizio della crostuzione è preventivato per il prossimo autunno.

 

Stefano Gerardi, socio fondatore di Infiniti Yachts, commenta: «Il fatto che lo Studio Farr abbia voluto una collaborazione con noi per la progettazione e la costruzione del nuovo Infiniti 53R fa palesemente capire quanto Infiniti e DSS rappresentino oggi la miglior soluzione possibile per disegnare e costruire le barche monoscafo più veloci nel mondo. È un privilegio per me fare parte di questa partnership».

 

Gordon Kay, CEO di Infiniti Yachts, conclude: «Siamo contenti di avere la possibilità di collaborare con Farr Yacht Design, gli obiettivi di entrambi sono in linea e condividiamo con loro l’entusiasmo per questa relazione professionale. L’Infiniti 53R rappresenta un concreto passo avanti per il mondo dei performance cruiser sui 50 piedi e insieme all’Infiniti 46 R, offre ai nostri clienti la scelta tra due barche della nuova generazione di yacht».

Commenti