matteo-miceli-foto-naufragio

Dal profilo Facebook di Matteo Miceli: “Ho aperto subito l’oblò esterno per fare uscire la Mora e l’ho lasciata sopra ad una parte bella asciutta. 
Sono uscito dall’oblò di poppa per aprire l’autogonfiabile, recuperare le sacche di sopravvivenza e altro materiale. 
Facendo avanti e indietro attraverso l’oblò mi sono tagliato in diversi punti. 
Sono rientrato per andare a recuperare la Mora, ma purtroppo non ce l’ha fatta.”

 

“Sono comunque un uomo fortunato perché mi sono capovolto di giorno, in condizioni meteo favorevoli e con una nave che viaggiava a meno di 40 miglia da me. 
Ringrazio il comandante del cargo Aranon, capitano Salovatov, e il suo secondo Asllan per la perfetta manovra e per avermi recuperato in mezzo all’Atlantico. 
Mi stanno ingozzando, si mangia ogni tre ore ma non ci sono più abituato. Primo pasto a bordo: primo, secondo, contorno e coca cola.”

 

Commenti