Melges-32-Stig creditAndreaCarloni-big

 

Il Melges 32 Stig di Alessandro Rombelli con i consigli di Francesco “Checco” Bruni chiamato alla tattica hanno dominato le ariette leggere del campo di regata messo in acqua dal Circolo Nautico e della Vela Argentario. La prova di Porto Ercole del circuito monotipo ha provato le doti dei 17 timonieri e tattici impegnati nel gestire le complesse condizioni meteo gli armatori timonieri e i tattici che hanno faticato non poco a trovare il lato migliore del campo, evitare i buchi di aria, e controllare la flotta. Dietro di loro l’americano Argo timonato da Jason Carrol coadiuvato dallo specialista Cameron Appleton, capolista sino alla penultima prova e spodestato per un punto con la vittoria nella settima e ultima prova dal vincitore di tappa. A chiudere il podio Robertissima di Roberto Tomasini Grinover con il pluricampione del mondo Vasco Vascotto a chiamare la tattica di regata. Molti comunque i nomi di grido della vela italiana e internazionale in acqua all’argentario: Pietro Sibello tattico di G Spot condotta da Giangiacomo Serena di Lapigio, equipaggio di casa; Nicola e Claudio Celon con “Dede” de Luca su Wilma con Fritz Homann al timone; Gabrio Zandonà alla tattica e Matteo Ivaldi su Brontolo di Filippo Pacinotti; Tommaso Chieffi tattico di Audi E Tron timonata da Mauro Moccheggiani; Flavio Favini su Torpyone di Edoardo Lupi; l’olimpionico portoghese Diogo Cayolla su Fra Martina dei fratelli Edoardo e Vanni Pavesio. A spuntarla dietro il terzetto di testa è stato Celadrin/Vitamina di Andrea Lacorte con Jesper Radich alla tattica e Andrea Fornaro in pozzetto.

Prossimo appuntamento per l’Audi tron Melges 32 dal 26 al 30 agosto a Trapani per il Campionato del mondo di Classe.

Commenti