foto2_record-1024x575

Dopo un giorno e 6 ore dal taglio della linea di partenza davanti ad Ambrose Light, nella baia di New York, Maserati naviga a 20 nodi verso l’isola di Terranova. La notte a bordo è trascorsa senza particolari problemi ma con parecchi salti di vento imprevisti dovuti ai numerosi temporali. Nelle ultime ore il vento si è rinforzato fino a 20-25 nodi permettendo a Maserati di aumentare l’andatura e di recuperare 30 miglia rispetto allo svantaggio ‘virtuale’ nei confronti di Mari Cha IV. Domani mattina il Vor 70 raggiungerà Terranova, una zona molto critica e impegnativa per la presenza di numerosi iceberg alla deriva e per la forza del vento prevista sui 30 nodi.

Da bordo ci scrive Giovanni Soldini:Sono molto contento del nuovo equipaggio che si è rivelato più affiatato del previsto. Già dalle prime ore sembrava che navigassimo insieme da anni. Purtroppo la notte scorsa siamo stati rallentati da numerosi temporali incontrati lungo la rotta. Adesso finalmente abbiamo preso il vento che aspettavamo, solo che l’angolo è un po’ stretto. Ci stiamo tenendo a sud per avere del margine quando il vento aumenterà e
per guadagnare verso est alla svelta. Così andare a nord sarà più facile. Speriamo domani di non incontrare troppi iceberg“.
 
La sfida è supportata da Maserati, partner principale che dà il nome alla barca, dalla banca svizzera BSI (Gruppo Generali) e dalle stesse Generali in qualità di co-sponsor.

Commenti