MarinaSantelena-big

Ha aperto ufficialmente le sue banchine sabato 4 luglio 2015, il Marina Santelena, nuovo porto turistico nell’omonima isola di Venezia parte di Mpn, la rete di strutture riservate al diporto, gestita da MP Network. I 150 posti ormeggi per imbarcazioni da 10 a 60 metri sono stati presentati al pubblico in occasione dei Riva Days la Serenissima, il raduno organizzato dalla Riva Historical Society e riservato a motoscafi d’epoca del cantiere di Sarnico. In porto anche il glorioso Moro di Venezia riapparso in queste acque lo scorso anno in occasione del Venice Hospitality Challenge.

 

MarinaSantelena-2Due passi in centro

Uno dei punti di forza del nuovo marina è l’esclusiva posizione: è il solo che consenta di arrivare a piedi sino in centro città e distante solo qualche minuto da piazza San Marco. La sua posizione è baricentrica rispetto ai tre vertici della vita culturale e turistica della Serenissima: la Biennale, l’Arsenale e il Lido. Inoltre l’isola di Santelena che lo accoglie è ricca di attrattive turistiche come negozi e ristoranti.

 

Hub di libero accesso

Oltre ai numeri degli ormeggi a rendere interessante questa destinazione è il pescaggio. All’interno la profondità minima è quattro metri, sei nei posti riservati agli yacht più grandi, mentre lungo il lato esterno delle banchine perimetrali si arriva fino a 8 metri. In più, come marina privato, non necessita dell’autorizzazione all’ormeggio concessa dall’autorità portuale: basta chiamare e chiedere se ci sono posti disponibili.

 

Dotazioni a cinque stelle

A terra l’assistenza e le dotazioni sono adeguati a un porto che nasce nel 2015 e vuole diventare un riferimento in alto Adriatico: colonnine di approvvigionamento acqua ed elettricità dai 16 fino ai 400 ampere; officine meccaniche ed elettromeccaniche; parcheggio con custode 24 ore su 24, docce, wi-fi, illuminazione banchine, collegamenti diretti con il Casinò di Venezia e con il Lido. Non mancano poi delle chicche da concierge di lusso: se avete bisogno di un fiorista per un omaggio a un’ospite, se desiderate un sommelier, l’acquisto di biglietti last minute per una serata al teatro La fenice o per una mostra e persino il servizio di boat and breakfast per soggiornare in barca come in una camera di albergo. 

 

Ma non finisce qua

Nei prossimi mesi aumenteranno i servizi che il porto è in grado di offrire. Sono infatti in via di avvio i lavori per la costruzione di un porto a secco per imbarcazioni fino a 9 metri, totalmente automatizzato; un albergo con 80 stanze; una spa; una piscina; e una sorta di “centro commerciale” riservato all’arte, che lavorerà in sinergia con la Biennale e le vetrerie di Murano. E, non ultimo, troverà qui la sua sede anche lo Yacht Club Venezia.

 

MPN, la più recente rete di porti turistici italiani

Marina Santelena è uno dei membri di MPN, la rete creata da MP Network nel dicembre 2014 che riunisce alcuni dei più nuovi porti turistici italiani. Il fine dell’iniziativa è dare più forza, visibilità e appeal ai membri che possono così trovare più sbocchi commerciali verso la clientela proveniente dall’estero, condividere esperienze pratiche e gestionali e dare vita a proficue sinergie. Oltre a 

Marina Santelena, fanno attualmente parte della Rete MPN: Marina Fiorita (Venezia), Marina dei Cesari (Fano) e Marina Capo d’Orlando (Messina).

 

L’unione fa la rete

Un protocollo operativo condiviso dà agli affiliati l’accesso a specifiche competenze funzionali, permette una razionalizzazione delle spese gestionali, appiattisce verso l’alto gli standard ricettivi e supporta i vari marina nella comunicazione. MP Network è così incaricato sia della funzione di ente gestore della rete, vale a dire colui che attua nei modi e nei tempi stabiliti con i marina aderenti il Programma di rete, sia il gestore operativo delle varie strutture portuali. 

Commenti