luna-rossa-cagliari-ok

Solo nel pomeriggio, sbrigate le formalità burocratiche, l’emozionante scarico del catamarano, incastonato tra filari di container che però non potevano celare il bagliore metallico dei due scafi, adagiati sulla banchina dopo una delicata operazione sovrintesa dagli operatori portuali e da una delegazione del team, capeggiata dal responsabile della logistica Antonio Marrai.

Messo al sicuro l’AC, è toccato alla stiva. Ai cinque container che custodivano, pezzo per pezzo, l’ala rigida. Ai gommoni d’appoggio, alle strutture che per mesi sono stati la casa americana del sindacato. Tutto o quasi sarà rimontato, una volta completati i lavori di adeguamento, sui 12.100 metri quadri del Molo Sabaudo nel porto cittadino, oggetto della concessione.

Qui sorgerà la base cagliaritana del team, che si allenerà nel Golfo degli Angeli per i prossimi due anni (ma la permanenza potrebbe venir estesa di un ulteriore anno), sfruttando il clima mite e il vento costante che l’hanno reso uno dei campi di regata internazionali più amati. Gli allenamenti inizieranno non prima di marzo. Quando, issato il quartier generale, sarà completato anche il graduale trasloco dello staff, dei membri della squadra e delle loro famiglie.

«Un’occasione unica per Cagliari e la Sardegna – ha detto il vicepresidente di Assoporti Piergiorgio Massidda – basta vedere quello che è successo a Valencia. Ora spetta anche agli imprenditori saper vincere questa scommessa».

di Clara Mulas
Photo credit: Nicola Belillo

Guarda tutta la gallery

{igallery id=869|cid=95|pid=5|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

 

Commenti