Ci sono anche buone notizie dal mondo nautico italiano. Il cantiere Persico Marine di Nembro (BG) sta lavorando a più non posso, con maestranze che arrivano da ogni angolo della terra, per riuscire a consegnare tutti e sette (forse otto) i Volvo 65 che regateranno nella prossima Volvo Ocean Race. Oltre a due minimaxi di cui il primo è vicino al varo.

 

Il segreto di tale successo del cantiere che sorge accanto al fiume Serio a mio avviso è stato il pensare in grande, proponendosi su di un mercato mondiale, con forti garanzie di successo e rispetto delle consegne. Per dare un esempio dell’impatto dato al mercato europeo da questo nostro cantiere basti pensare che due concorrenti storici, lo svizzero Decision (Alinghi, Hydropter, solarimpulse….) e il bretone Multiplast (mega multiscafi, Groupama….), si sono associati per riuscire a “portare a casa” ordini nel mondo delle regate e contrastare in qualche misura quello che sembra essere diventato il polo del boat building europeo.

 

E ora il gioco si fa sempre più serio, visto che gli ordini per la prossima Coppa America suggelleranno i costruttori leader: con tempi di costruzione sempre più ristretti e richieste qualitative sempre maggiori, solo i grossi e organizzati cantieri o associazioni tra gli stessi potranno ambire ai due anni di lavoro che una coppa garantisce. 

 

Commenti