giraglia1

Partenza spettacolare con mistral a 30 nodi di intensità per la prova d’altura della  60° edizione della Giraglia Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione dello Yacht Club de France, della Société Nautique de Saint Tropez e dello Yacht Club Sanremo e con la partnership di Rolex. Le barche al via sono 170, e rappresentano 18 nazioni: dopo i tre giorni di prove costiere con vento molto intenso e dure condizioni meteo, alcuni hanno dovuto dare forfait per motivi tecnici. La flotta si affronta lungo un percorso di 242 miglia sulla rotta Saint Tropez-La Fourmigue-Giraglia-Sanremo. Le procedure di partenza sono iniziate poco dopo le 12: alle 12 e 20 il Comitato di Regata ha dato il via al Gruppo 0, seguito alle 12 e 28 dal Gruppo A e alle 12 e 38 dal Gruppo B. Secondo le previsioni meteo il mistral a 30 nodi di intensità accompagnerà la flotta lungo il primo tratto della regata, con possibilità di intensificarsi nei pressi dello scoglio della Giraglia fino a raggiungere punte superiori ai 40 nodi. Dopo la mezzanotte di oggi il vento potrebbe calare scendendo sotto i 10 nodi.

giraglia3La regata d’altura: cifre e curiosità
·      Dal 1953, anno della sua nascita, la Giraglia non ha mai conosciuto interruzioni. Solo la Sydney Hobart, svoltasi per la prima volta nel 1945 e anch’essa mai interrotta, ha avuto più edizioni essendo sinora stata organizzata per 66 volte.
·      La regata del Fastnet, creata nel 1925, venne interrotta nel 1937 a causa della guerra e fu ripresa solo nel 1947 ma da allora con cadenza biennale, per un totale di 43 edizioni dalla sua nascita.
·      13 diversi percorsi in 60 anni: i porti alternati di partenza e di arrivo della regatad’altura della Giraglia sono stati una particolarità di questa regata per diversi decenni. Una caratteristica unica per le regate d’altura.
·      Nel 1968 dopo l’isolotto della Giraglia si doveva girare intorno alla “boa Cousteau” (una boa idrografica d’alto mare situata a metà del percorso) prima di rimontare verso Sanremo, con un allungamento di circa trenta miglia.
·        Nel 1999 su 73 partenti, a causa dell’assenza totale di vento, arrivano in cinque e si classificano in tre.
·      Mentre nel 1974 si arriva a 162 iscritti, nel 1997 – prima dell’arrivo di Rolex e dell’introduzione delle regate costiere – le barche sono solo 46. All’edizione 2012 della Giraglia Rolex Cup hanno preso parte 201 imbarcazioni.
·      Su un tempo di riferimento di 30 ore, 57’ e 45’’ rilevato nel 1961 (Xingu, skipper Gianni Lancia), il record di 29 ore stabilito nel 1966 da Stella Polare è rimasto imbattuto per 18 anni. Si dovrà attendere il 1984 e Benbow per abbassare questo record a 27 ore, 24’ e 30’’. Quattordici anni più tardi, nel 1998, Riviera di Rimini completa il percorso in 24 ore, 21’ e 47’’. Nell’edizione 2003 il neozelandese Neville Crichton impiega 22 ore 31’ e 48 ‘’ con Alfa Romeo e nel 2008 ripete l’impresa con Alfa Romeo 100’ con un tempo di 18 ore 03’ e 15’’ ad oggi imbattuto. Dal 1961 la velocità è aumentata del 58%.

giraglia4Il Trofeo d’Altura del Mediterraneo
La Giraglia Rolex Cup è valida per l’assegnazione ai Mini Maxi del Trofeo d’Altura del Mediterraneo, che si disputa sulle regate lunghe delle seguenti manifestazioni: Regata dei Tre  Golfi  (Napoli 11 maggio), Regata Palermo – Montecarlo (Palermo – Montecarlo 18-23 agosto) e Rolex Middle Sea Race (Valletta – Valletta 20 – 27 ottobre).

Accanto al title sponsor Rolex, anche BMW affianca lo Yacht Club Italiano in questa occasione e mette a disposizione le proprie courtesy car.

Commenti

CONDIVIDI