frers-cup-10

 

Il tramonto visto da Erice, borgo medioevale che da 750 metri campeggia sul mare di Trapani, è stato lo spettacolo che ha accompagnato verso il suo svolgimento la serata dedicata agli armatori impegnati nella Frers Cup. Un momento sociale prima delle battaglie che hanno chiuso la manifestazione. La terza prova dell’evento organizzato dal Club Canottieri Roggero di Lauria con il supporto del Club Match Race di Trapani è stata un percorso a bastone di 10 miglia a ovest di Favignana e Levanzo. L’arrivo di bolina ha visto transitare prima di tutti  Plis Play, lo Swan 80. Il suo timoniere Vincente Garcìa Torres ha scelto di aspettare che sfilassero i maxi più grandi per partire poi sopravvento, in aria pulita.

 

frers-cup-11Lo Swan 112′ Mystery timonato da German Frers, è stato l’unico a dirigersi verso Levanzo e a essere così ricompensato da un rinforzo di vento nel canale tra le due isole, ma che non è bastato ad aver ragione di Plis Play che ha vinto così regata e trofeo della Frers Cup. «Il nostro armatore e tutto l’equipaggio sono onorati di aver vinto la Frers Cup: è una cosa incredibile», ha dichiarato il comandante. «Le condizioni sono state adatte alla nostra barca, ma abbiamo anche un ottimo equipaggio che regata insieme da anni. È la prima volta che navigo in queste acque e sono piacevolmente sorpreso. Regatando intorno alle isole si ammirano panorami bellissimi, castelli e palazzi antichi: le Egadi sono molto interessanti».

 

frers-cup-12Scontri serrati nell’ultima prova per stabilire chi dovesse salire al secondo gradino del podio. Dopo aver combattuto a lungo con Gibian, il Wally 100 di Armando Grandi, Alarife, il Maxi timonato da Juan Entrecanales, ha chiuso secondo dopo Plis Play. Bristolian ha tagliato in quarta posizione, seguito da Mystery, lo Swan 112′ timonato da German Frers. Come nei migliori campionati, all’ultima regata un ex equo tra Bristolian, Gibian e Mystery è stato risolto dal miglior piazzamento di Bristolian nell’ultima prova (secondo in tempo compensato) che gli ha così garantito la piazza d’onore seguito, a soli 32 secondi, da Gibian.

 

frers-cup-13Yves Montanari della North Sails, imbarcato sullo yacht inglese ha raccontato: «Lo spirito della Frers Cup è fantastico. North Sails non ha una grande veleria in Sicilia, Francesco Valenza della Doyle Italia è stato felice di mettere a disposizione di tutti i concorrenti la sua grande veleria di Palermo.Gibian ha avuto bisogno di una riparazione al gennaker e Francesco, con me sul Bristolian, è stato pronto ad offrire il suo aiuto. Anche se con Gibian ci siamo dati battaglia in mare, in banchina tutti gli equipaggi si sono sempre aiutati a vicenda. Questo è lo spirito della Frers Cup».

 

Vicente-Garcia-Torres-Swan-80-Plis-Play-notizia-piccolaA fare da scenario alla premiazione Villa Margherita, costruita nei giardini pubblici più raffinati della città, piantati nel 1878 dopo lo sbarco di Garibaldi e aperta dal Comune di Trapani in esclusiva per la Frers Cup,  A concludere la serata, German Mani Frers che nel ringraziare i partecipanti e gli organizzatori, specialmente Kathryn Thomson, Sarah Goodacre e Francesca Natoli, ha anche annunciato che nel 2015 la Frers Cup si terrà di nuovo a Trapani.

 

Commenti

CONDIVIDI