americascup

La 34ma America’s Cup si conferma evento all’avanguardia tanto dal punto di vista agonistico, quanto da quello tecnologico. In occasione della tappa di San Francisco, infatti, la manifestazione potrà raggiungere un numero sempre maggiore di appassionati grazie a una nuova applicazione per i sistemi operativi iOS e Android, a un sito internet completamente ridisegnato e alla nuovissima digital boathouse, che sarà a disposizione dei visitatori presso l’AC Village. La nuova applicazione, disponibile gratuitamente presso l’iTunes app store e in arrivo per i terminali che utilizzano Android, offre contenuti come le ultime news, i risultati, i video e il calendario degli eventi.

Ma a rendere l’app ancor più interessante e completa sarà la possibilità di seguire le regate live. Ottimizzato per “girare” sulle piattaforme mobili, l’America’s Cup 3D Viewer, potenziato dall’apporto di LiveLine, garantisce l’accesso all’audio di bordo di ciascun team o al commento live in lingua inglese. Prossimamente verranno resi disponibili nuovi contenuti di Realtà Aumentata e i link alle telecamere montate a bordo. “Gli spettatori potranno guardare sui loro telefonini cosa sta succedendo a bordo della barca che gli passa davantiha spiegato Stephen Barclay, CEO dell’America’s CupContinueremo a sviluppare tecnologie del genere, che riteniamo utili per rendere l’esperienza completa e più entusiasmante”.

Qualche settimana fa, il sito internet dell’America’s Cup (www.americascup.com) è stato rilanciato con un nuovo design. Il nuovo sito è semplice da navigare e permetterà ai team di esprimere la propria identità in modo più creativo. Il sito continuerà a essere migliorato e implementato, prestando particolare attenzione ai social media e alla nuove tecnologie.

Chi, invece, avrà la possibilità di recarsi alle regate, non dovrà mancare di far visita alla Digital Boathouse, uno studio multimediale posizionato nel cuore dell’AC Village dove si potranno consultare contenuti originali e iniziare discussioni circa le regate. I contenuti verranno poi condivisi tramite YouTube, Facebook, Twitter, Google+ e Instagram.

 

 

 

Commenti

CONDIVIDI