AAA-brent-80-apertura

«Questa barca è la summa del lavoro della mia vita», riassume così il Brenta 80 DC Michael Smith, il suo armatore, casualmente anche costruttore di successo di barche a vela. È stato lui a fondare e a rendere così popolari i cantieri Hanse. Con quattro decenni di esperienza nell’industria della cantieristica ha così deciso di intraprendere questa nuova avventura, ma contornato da una squadra speciale di esperti. Il primo è il nostro Lorenzo Argento dello studio Brenta, il secondo è l’archistar con tanto di titolo nobiliare Sir David Chipperfield. 

 

saloonFiglia dell’esperienza

«Ho esperienza con quasi ogni aspetto della costruzione di barche e così mi sono concentrato su quello che volevo, senza nessuna concessione a null’altro che non fosse il compiacermi. L’ho voluta semplice, funzionale e veloce. Una miscela speciale di vecchio e nuovo», spiega Schmidt. Il varo è previsto nella prossima primavera e rappresenterà anche il primo esemplare di una serie di yacht alta di gamma realizzati da Michael Schmidt Yachtbau, la nuova iniziativa industriale che l’imprenditore tedesco ha deciso di intraprendere dopo la vendita del suo precedente cantiere.

 

Realizzato in carbonio questo 80′ rappresenta un buon aggregato delle competenze nautiche europee: costruito sul mar Baltico tedesco, con l’aspetto esteriore e l’architettura navale curata dallo studio Brenta Design e gli interni e lo stiling generale sviluppati da David Chipperfield Architects of Great Britain. «E in RegaYacht, abbiamo trovato un eccellente partner per tutti i lavori in composito», afferma l’armatore. Aggiunge Andreas Bock, velista d’esperienza e project manager del Brenta 80 DC: «Finora la maggior parte delle barche da crociera d’altura erano lente e pesanti, ma utilizzano la fibra di carbonio, più leggera e molto resistente, come abbiamo ormai visto sul campo, possiamo realizzare yacht che sono non solo veloci, ma incredibilmente, forti duraturi e, in finale, più sicuri. In acqua una barca in carbonio ha meno dislocamento, si porta meglio ed è più stabile: in pratica è una barca migliore». 

 

Una squadra speciale

«È divertente creare un gruppo e lavorare con specialisti appassionati di vela e innamorati del loro lavoro», dice Schmidt, «Lorenzo Argento di Brenta Design ha portato l’alta moda italiana nel mondo dello yachting, dando una direzione totalmente nuova al comparto. Con il loro ammiratissimo Walligator hanno inventato di fatto Wally. Così come i loro daysailer BYacht hanno inaugurato una nuova primavera della tipologia. Seguivo il loro lavoro con interesse e da anni in attesa di trovare l’occasione giusta per fare qualcosa di innovativo insieme». Terza punta del tridente Sir David Chipperfield, archistar dalla passione per la vela. «Quando Chipperfield ha visto i disegni di Argento gli sono piaciuti subito. Ha preso una penna e ha cominciato a buttare giù delle idee: d’altra parte come armatore di un Brenta 42 non poteva che appassionarsi all’impresa e dare le sue interessanti e originali idee agli interni», conclude Schmidt.

 

Guarda la gallery dei primi rendering di esterni e interni

{igallery id=7061|cid=2508|pid=15|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

 

Commenti