tract-logo

Quest’anno la Barcolana si potrà seguire via internet anche con il sistema di tracking, ovvero seguendo le “scie” delle imbarcazioni sul campo di regata. La Società velica di Barcola e Grignano ha chiuso un accordo con uno dei leader internazionali nel settore del tracking, la società TracTrac, che metterà a disposizione i segnalatori in vista della regata. “Si tratta di un progetto sperimentale – ha spiegato il direttore sportivo della Barcolana, Daniele Robba – al quale puntiamo sia per aumentare le informazioni a beneficio del pubblico, sia in termini di sicurezza“. I partecipanti alla regata potranno noleggiare il servizio contattando direttamente la TracTrac, che sarà presente nei giorni precedenti alla Barcolana all’Infopoint e alla Società velica di Barcola e Grignano: i dispositivi si possono prenotare anche via email, all’indirizzo [email protected]

trac-2Si tratta di una piccola scatoletta alimentata a pile riposta in un involucro stagno, da posizionarsi semplicemente nel pozzetto della barca. Il suo ruolo è quello di inviare via rete cellulare, ogni pochi secondi, un segnale che viene ricevuto ed elaborato in tempo reale: i segnali vengono elaborati e riportati su una mappa nautica, a disposizione di tutti, immediatamente, via internet. Le tracce vengono “sommate” e ogni barca con il tracker sarà visibile sul campo di regata virtuale, costruito ad hoc da TracTrac. Le informazioni elaborate serviranno per seguire meglio la regata, calcolare le distanze e avere un’idea chiara della cronaca dell’evento, ma hanno anche uno scopo più importante, legato alla sicurezza: ogni tracker ha una propria “carta di identità” e se la barca si trova in una condizione di emergenza può segnalare il proprio numero di tracker agli organizzatori, che in tempo reale saranno in grado di rintracciarla, fornendo le coordinate direttamente ai mezzi di soccorso.

Per quanto riguarda l’aspetto “ludico”, portarsi il tracker in barca significa, di fatto, poter ricostruire la propria regata e metterla in rapporto con quella effettuata da altre barche: sul sito internet della Barcolana, infatti, la propria traccia e quella degli altri concorrenti con il tracker resterà sempre disponibile, permettendo così valutazioni tecniche e strategiche da parte dei timonieri, e dando animo a quella sfida tra vicini di ormeggio e scafi di pari dimensione che da sempre caratterizza la regata.

Commenti

CONDIVIDI