barcolana-percorso-ok

Tante novità per la 45° Barcolana, a partire dal percorso, notevolmente modificato rispetto alle edizioni precedenti. Resta ovviamente invariata la partenza unica – elemento che da sempre caratterizza la Barcolana – ma si accorcia il primo lato, cambia l’impostazione della rotta, si allunga la distanza tra la prima e la seconda boa. La BOA 1 e la BOA 2 sono state infatti notevolmente spostate, e non sono più una vicina all’altra: la BOA 1 ha lo scopo di indirizzare e focalizzare la rotta verso la BOA 2, il che significa che non vi saranno manovre radicali all’altezza della prima boa e gli equipaggi potranno passare anche “larghi”, evitando così la strettoia che facilita le collisioni, senza inficiare il risultato. 

Passata la BOA 1, gli equipaggi verranno messi in condizione di manovrare alla BOA 2 per invertire la rotta: la modifica del primo lato viene compensata con l’allungamento (circa un miglio in più) del secondo lato (BOA 1 – BOA 2). Il terzo lato viene leggermente accorciato: la BOA 3 verrà posizionata più al largo rispetto al passato, mentre l’arrivo, così come la partenza, saranno invariati. Lo spostamento della BOA 3 permetterà ai regatanti di avere, in caso di bora, una bolina più netta nell’ultimo lato e non una “bordata”.

Commenti

CONDIVIDI