Bribon (2°): 10+
All’ultimo capitolo di una carriera durata 38 anni, gli spagnoli infiammano il pubblico di Barcellona regalando una vera e propria favola ai propri tifosi. Alla fine è arrivato un secondo posto overall incredibile per l’unico team (insieme a Gladiator) con barca vecchia, che fino all’ultimo ha creduto nel miracolo di passare Quantum. È riuscito a farci emozionare, gracias Bribon!

RÁN (1°): 10
Chiudono una stagione mediocre con una splendida vittoria nel Trofeo di Barcellona. Si sentiva la mano di Morgan Larson alla tattica, e Mr. Skype, al timone, sembra aver trovato le condizioni perfette per lui. Se migliorerà in condizioni di maggior vento e onda (ma non è certo cosa da poco), l’anno prossimo potrà dire la propria.

Quantum (3°): 7
Massimo risultato con il minimo sforzo. E il voto rappresenta la media fra il 4 delle prime regate, in cui ha rischiato la clamorosa rimonta da parte di Bribon, e il 10 delle ultime due giornate, in cui il team americano ha deciso che era il momento di andarsi a prendere un titolo più che meritato. Quando vogliono, sono imprendibili. Il problema è che non sempre vogliono…

Audi ALL4ONE (4°): 5,5
Chiudono una brutta annata, con una prestazione mediocre. Chiudono comunque il trofeo al quarto posto, a soli 4 punti da Quantum: risultato quasi sufficiente, ma non certo all’altezza di un team con quel potenziale.

Container (5°): 4,5
Nemmeno la grinta dello skipper Markus Wieser (“lotteremo fino alla morte” è stata la frase più ripetuta in settimana) evita un’atroce beffa finale: sul podio dal primo giorno del circuito, proprio nel penultimo giorno di regate vengono scalzati da un’Azzurra in crisi. Ma loro non fanno proprio niente per evitarlo.

Synergy (6°): 4
Per l’ultima tappa l’armatore caccia tattico e navigatore (il nostro Francesco Mongelli), ma il risultato non cambia, e anzi il team fa ancora peggio rispetto agli eventi precedenti. Certo, un cambio nell’equipaggio era necessario, ma sicuri che i problemi fossero rappresentati da tattico e navigatore? Meglio dare un occhio al timone…

Azzurra (7°): 3,5

Sbarcati a Barcellona da secondi con l’obiettivo di colmare il gap di 3 punti e mezzo con Quantum, pensano bene di chiudere la settimana in penultima posizione nel trofeo (davanti solo a Gladiator). Devono ringraziare Container per avergli permesso di mantenere almeno la terza posizione overall. Mai in regata, mai competitivi, nel circuito si fanno passare anche da Bribon, che navigava sulla barca che era di un certo Matador…

Gladiator (8°): sv
Progetto owner driver, alla seconda partecipazione stagionale alla MedCup. Chiudono ultimi (un sesto posto il loro risultato migliore), ma sarebbe stato difficile fare meglio di così, nonostante la presenza di Tommaso Chieffi alla tattica. Sarebbe un 2 per il risultato, ma è più logico non dare voti vista la gran quantità di attenuanti.
 

Commenti

CONDIVIDI