Kiwi1

Condizioni meteo ideali hanno fatto da sfondo alla seconda giornata di regate dell’AC World Series di San Diego. Il vento da ovest ha soffiato tra i 6 e i 10 nodi e nel cielo ha brillato un sole che, nel corso del pomeriggio, si è fatto via via più caldo. La folla ha invaso l’AC Village per seguire le regate che, in diverse occasioni, hanno portato gli equipaggi a pochi metri dalle banchine del Broadway Pier e del Navy Pier.

Giunti in città per ultimi, i kiwi, guidati da un Dean Barker al debutto nelle acque della baia, hanno dimostrato di gradire il campo di regata statunitense e grazie a una performance priva di sbavature si sono aggiudicati la Port Cities Challenge, evento disputato nel corso del primo weekend dell’AC World Series di San Diego.

Grazie all’allenamento costante i team migliorano ad ogni uscita – ha commentato Dean Barkere credo che il campo di regata di San Diego sia uno di quelli che permette molti sorpassi: per ben figurare sarà davvero importante essere consistenti”. E i kiwi lo sono stati. Alla vittoria in una sola delle sei prove disputate, gli uomini di Dean Barker hanno sommato cinque piazzamenti da podio e hanno chiuso il week end inaugurale con un margine di sette punti su Oracle Racing Spithill e otto su Artemis Racing.

Se al sabato era toccato a China Team cancellare lo zero dalla casella delle regate vinte, domenica la stessa soddisfazione è toccata ai team francesi. Aleph, guidato dallo skipper Pierre Pennec, ha vinto la quarta prova, mentre a Energy Team, ottimamente portato da Yann Guichard, è andata la sesta regata. “È stato un grande giorno per Aleph – ha commentato Pennec a fine giornata – Il vento era molto ballerino, ma grazie al sole abbiamo avuto abbastanza vento per volare su un solo scafo e vincere la nostra prima regata: è stata davvero una giornata indimenticabile”.

Commenti

CONDIVIDI