america-s-cup-protocollo-1

A partorire le regole della 35a Coppa America ci hanno messo quanto a dare luce a un bimbo: nove mesi. Il risultato, però, appare più un parto con gemelli biovulari: uno grande e pasciuto, l’altro mingherlino e bruttarello. E in ogni caso sono nati settimini, perché buona parte delle informazioni necessarie ancora sono misteriose e in gestazione.

 

Iscrizione dal 9 giugno all’8 agosto

Partiamo dai dati certi: da lunedì 9 giugno fino a venerdì 8 agosto di quest’anno, gli sfidanti potranno iscriversi con un versamento di 2,075 milioni di dollari, cui si aggiunge un altro milione di performance bond, come garanzia di presenza alle regate. Molto pragmaticamente il protocollo prevede che il Golden Gate Yacht Club (come defender è il circolo che deve gestire iscrizioni e regate) possa prendere in considerazione anche richieste di partecipazione che arrivano entro dicembre 2014.

 

La barca sarà un AC62

Definita la barca: è un AC62, un catamarano di 18,9 metri contro i 21,5 della scorsa edizione, con ala rigida e otto persone di equipaggio, invece che 11. Torna un vincolo alla nazionalità (assente nelle ultime due edizioni, dopo essere stato per secoli uno dei baluardi dell’evento) e almeno due velisti imbarcati devono avere il passaporto del Paese in cui risiede il circolo per il quale regatano: ricordiamo che l’America’s Cup è una sfida tra yacht club e non tra Stati. 

 

Negli USA nel 2017, ma dove e quando esattamente?

E arriviamo ai dubbi e alle disparità: se è certo che le regate si disputeranno negli Stati Uniti nel 2017, non è dato sapere né la data precisa né il luogo. Informazioni, queste, che saranno diffuse entro il 15 febbraio del 2015. E pensare che i team si lamentavano perché non sapendo né dove né quando, non è possibile prevedere le condizioni meteo in cui si regaterà e quindi non è possibile disegnare le barche. In più, il gemello grasso è Oracle, che ha già la possibilità di costruire due barche. Tutti gli altri partecipanti, dall’Hamilton Island Yacht Club, il Challenger of Record australiano, fino alla nostra Luna Rossa, passando per inglesi e svedesi, (che sono quelli finora dichiarati presenti) invece avranno a disposizionne una barca sola. 

 

La formula

Le regate saranno divise in due Round Robin di qualifiche, cui il defender potrà partecipare e conquistare il bonus point iin palio, valido nelle regate di Coppa America (la sfida finale). I primi quattro classificati (escluso Oracle) disputeranno le semifinali, e quindi i primi due si incontreranno nella finale che stabilirà il challenger che proverà a strappare la vecchia brocca al defender, confrontandosi al meglio di sette regate. 

 

Regate di avvicinamento già dal 2015

Le competizioni di avvicinamento inizieranno già dal prossimo anno, con le World Series che saranno disputati con gli ormai ben noti AC45, I cat ad ala rigida usati anche nella scorsa edizione. Nei due anni che precedono l’evento definitivo sono previsti tra i sei e gli otto eventi all’anno, ognuno di tre giorni, da disputare anche negli Stati dei sindacati iscritti alla regata. I loro risultati serviranno a stabilire le teste di serie per le qualificazioni. 

 

Commenti

CONDIVIDI