extreme-sailing-series-singapore-1

Morgan Larson, l’americano degli svizzeri è il re di Singapore. Ha infilato 17 podi su 27 regate per vincere l’Act 1 delle Extreme Sailing Series 2014. Il curvo guizzo rosso di Alinghi ha allineato gli altri 11cat in regata, veterani ed esordienti. A partire da due vecchi frequentatori delle parti alte delal classifica 2013. The Wave Muscat, campione uscente, è secondo, Realstone è terzo. A essere stato beffato proprio all’ultima prova, e per di più per la più classica delle penalità, incrocio mure a dritta mure a sinistra il debuttante Emirates Team New Zealand. Più che debuttante l’equipaggio kiwi torna a regatare sugli Extreme 40 dopo l’anno dedicato alla Coppa America.

 

extreme-sailing-series-singapore-4Al termine dei quattro giorni di regata nello stadio naturale della città-stato asiatica Dean Barker, tornato sul palcoscenico mondiale dopo la sconfitta contro Oracle a San Francisco ha dichiarato: “Regatiamo di nuovo insieme per la prima volta dopo cinque mesi e il ritorno nel circuito dopo due anni di stop. Ci sarebbe piaciuto salire sul podio ma mi pare giusto così, siamo ancora in fase di messa a punto”. A chiudere il quintetto di testa Groupama. Il verde cat timonato da Frank Cammas ha disalberato il penutlimo giorno per un passaggio in boa un po’ troppo ravvicinato con l’equipaggio locale Team Aberdeen.

 

Guarda il video dell’incidente di Groupama:

{youtube}9UhXjq_KZr4{/youtube}

 

extreme-sailing-series-singapore-2Un campionato che si apre con otto squadre in grado di vincere almeno una regata, con un esubero di grandi nomi da fare prevedere una stagione incandescente. L’appuntamento, per vedere se le aspettative saranno attese è a Muscat, in Oman, tra meno di tre settimane. In casa dei campioni uscenti che li aspetteranno con guidati dalla determinazione di Leigh McMillian, il demiurgo delle ultime due stagioni. “Le regate sono state molto combattute e il livello dei partecipanti quest’anno è ancora più alto che in passato. Credo che il nostro ‘segreto’ sia tutto nel fatto di aver fatto tesoro delle esperienze dello scorso anno e di essere l’unico team che non ha cambiato nessun membro dell’equipaggio rispetto al 2103. Continueremo a lavorare in questo modo e, nel frattempo, ci godiamo questa vittoria

 

extreme-sailing-series-singapore-5“Non avremmo potuto sognare un avvio miglioreha commentato un felicissimo Morgan Larson dopo la premiazionele regate sono state molto combattute e il livello dei partecipanti quest’anno è ancora più alto che in passato. Credo che il nostro ‘segreto’ sia tutto nel fatto di aver fatto tesoro delle esperienze dello scorso anno e di essere l’unico team che non ha cambiato nessun membro dell’equipaggio rispetto al 2103. Continueremo a lavorare in questo modo e, nel frattempo, ci godiamo questa vittoria”.

 

Commenti