È stata una bella “flotta solidale” quella scesa in acqua la domenica di Pasqua nel Golfo de La Spezia: solidale e assai composita, dagli agili catamarani Formula 18 al brigantino in legno Spirit of Chemanius, dal lussuoso Oyster 72’ Billy Budd alle più diffuse barche da charter, sino alla flotta virtuale, costituita da imbarcazioni vere o di fantasia che si sono iscritte sul sito per contribuire al raggiungimento dell’obiettivo finale.
Nonostante le condimeteo avverse, dopo un sabato di burrasca e una notte di nubifragi che hanno impedito l’arrivo di molte barche, al mattino della domenica si sono alzati sole e vento. Grande divertimento e una Pasqua diversa per i velisti giunti da tante regioni per partecipare a una festa di solidarietà: come Mauro Pelaschier, triestino (di Monfalcone per essere precisi, che è provincia di Gorizia), giunto appositamente in Liguria dalla Sardegna. Ma sono arrivati velisti dall’Emilia, dalla Lombardia, dal Veneto, dalla Toscana e anche dal Lazio. Molti, naturalmente, dalla Liguria, tra cui spiccavano i navigatori solitari Susanne Beyer e Ciccio Manzoli.

Si è trattato di una veleggiata non competitiva, ripresa dal TG3 Rai Liguria, dominata agilmente dai due piccoli catamarani F18: line honour per Challenge Italia, la sfida italiana alla Little America’s Cup 2013, con a bordo Ugo Ferrari e il prodiere ufficiale Lamberto Cesari. Secondo Capricorn dell’equipaggio misto formato da Simone Cartolari e Rachele Cavadini.
Il Trofeo Challenge 10000 Vele, è stato vinto da Midva, timonata da Mauro Pelaschier e armata dal vignettista Davide Besana, ben noto a tutti i velisti. Ma a vincere sono stati tutti i presenti, fisicamente o con il cuore. La premiazione, tenutasi al Porto Mirabello, base della manifestazione, alla presenza del sindaco Massimo Federici, è stata condotta con allegria da Dario Vergassola: il noto comico spezzino ha intrattenuto pubblico e velisti con le sue battute spontanee, mentre tutti i partecipanti hanno ricevuto un premio, grazie alla generosità di tanti sponsor. Tra essi l’antiquario di mare “Il Corsaro”, che ha messo a disposizione il Trofeo Challenge 10000 Vele, una barca a vela in ottone: quando Mauro Pelaschier l’ha ritirato, si è reso conto che si trattava di una riproduzione di Azzurra dell’83, il 12 metri S.I. che aveva timonato a Newport nella prima sfida italiana all’America’s Cup. Quando si dice coincidenza…

Ricordiamo che le donazioni per partecipare alla flotta virtuale sono ancora aperte, e il ricavato andrà a contribuire all’acquisto di un’ambulanza per il Comune di Vernazza.

Per maggiori informazioni:
Web: www.10000vele.it
Email: [email protected]

Per informazioni – iscrizioni – donazioni:
Cassa di Risparmio della Spezia – Ag.Sarzana
Associazione 10000 vele di solidarietà
IBAN IT05Y0603049840000046751701
B.I.C. CRFIIT2S3
Causale: Iscrizione (indicare reale o virtuale) imbarcazione (indicare il nome) armatore (indicare nome/cognome/società

Commenti

CONDIVIDI