Ganbare-big

Lasciamo la parola al designer. «Questa è la mia lista personale. Prima di addentrarci, però, occorre una premessa:  tranne Gibbs, gli altri progettisti li ho conosciuti tutti personalmente. Con diversi ci siamo anche  incrociati in regata e con qualcuno anche collaborato professionalmente. Nessun merito, è solo una questione anagrafica: ho iniziato a “giocare” con le barche nel 1971…». Nota, gli anni tra parentesi accanto a ogni barca indicano l’anno di varo, per i one off, o gli anni di produzione per i modelli di serie.

Cominciamo con la prima coppia.

 

1. William Francis Gibbs (Inghilterra, 1886 – 1967) – Sea Cloud, 1931 

 

Sea Cloud

 

Chi come me ha iniziato a interessarsi  anche di strutture in composito  – all’epoca si parlava di semplice VTR o più correttamente PRFV- conosce il nome di William F. Gibbs e lo associa essenzialmente a uno dei primi manuali di progettazione di strutture nautiche in PRFV o GRP.  Una pietra miliare, una bibbia  del settore:  Marine Design Manual for Fiberglass Reinforced Plastics – Gibbs & Cox, Inc. (McGraw-Hill, 1960). Scoprire che oltre a essere un famoso tecnico progettista di navi militari e transatlantici  si fosse dedicato anche ai velieri  mi ha incuriosito piacevolmente. Un progettista a 360° insomma. Nota stonata riguardo l’elegante Sea Cloud, lungo 109,5 metri e che effettua crociere di lusso in acque greche: i tender di servizio sono davvero  orrendi.  Anni fa mi sono fatto coraggio e ho scritto alla compagnia armatrice  offrendo i miei servigi . Non mi hanno mai risposto: spending revue?

Per saperne di più su Gibbs, cliccate qui.  

Prosegui la navigazione nelle pagine successive.

 

Commenti