red-bull-cliff-diving-la-rochelle-1

Più di 70.000 spettatori hanno assistito ieri pomeriggio alla prima tappa del Red Bull Cliff Diving 2013 che ha preso il via a La Rochelle, Francia, e che ha visto primeggiare il 29enne Artem Silchenko. L’atleta russo ha infatti raggiunto il suo obiettivo strappando così la corona di campione indiscusso della Red Bull World Series all’inglese Gary Hunt, da due stagioni consecutive detentore del titolo delle serie, che si è posizionato sul secondo gradino del podio, davanti all’ex campione olimpico inglese Blake Aldridge, classificatosi terzo.

red-bull-cliff-diving-la-rochelle-2La quinta stagione della più prestigiosa serie di tuffi da grandi altezze ha preso il via nella location più temuta dagli atleti, che si sono tuffati da una piattaforma posizionata nella storica torre di Saint Nicolas a 27.5 metri di altezza con una temperatura dell’acqua nella Baia di Biscay di 12 gradi. Artem è arrivato in Francia con l’aspettativa di un vero campione e senza esitare un secondo ha vinto la prima tappa della otto gare previste dalle serie, ottenendo così il miglior inizio possibile in questa nuova stagione di tuffi da grandi altezze. A completare il podio, con un punteggio di 469.30, il due volte campione della world series Gary Hunt, arrivato secondo, e Blake Aldridge classificatosi terzo con 448.20 punti. Chiuso con lo stesso punteggio il primo round, hanno lottato uno contro l’altro in una dura battaglia fino all’ultimo tuffo. L’atleta più giovane della serie e il vincitore delle qualificazioni per la stagione 2013 in Australia, il messicano Jonathan Paredes, è entrato nella rosa dei primi sei atleti nella sua prima competizione da tuffatore fisso della world series.

red-bull-cliff-diving-malcesine-3A differenza del primo round che si è svolto il venerdì con cattive condizioni metereologiche e raffiche di vento che soffiavano a 50k/h, la storica cittadina francese di La Rochelle sabato ha accolto un pubblico di più di 70.000 spettatori nel migliore de modi, regalando un sole splendente. Ogni tuffo era scandito da due momenti, un attimo prima del lancio nella baia regnava un assoluto silenzio mentre un secondo dopo che il tuffatore aveva toccato l’acqua 140.000 mani applaudivano e acclamavano l’atleta. Dopo questo primo tuffo nella fredda Baia di Biscay, a La Rochelle, il prossimo appuntamento del Red Bull Cliff Diving 2013 è il 22 giugno nella capitale della Danimarca, Copenaghen, a cui seguirà la tappa nelle Azzorre, Portogallo, il 29 giugno. Cresce sempre di più l’attesa per la tappa italiana in programma il 14 luglio a Malcesine, Lago di Garda.

Risultati
1. Artem Silchenko | RUS | 487.05
2. Gary Hunt | UK | 469.30
3. Blake Aldridge | UK | 448.20
4. Orlando Duque | COL | 411.20
5. Michal Navratil | CZE | 406.40
6. Jonathan Paredes | MEX | 406.25
7. David Colturi | USA | 377.90
8. Steven LoBue | USA | 372.65
9.  Alain Kohl (wildcard) | LUX | 262.50
10. Hassan Mouti (wildcard) | FRA | 256.30
11. Cyrille Oumedjkane (wildcard) | FRA | 248.60
12. Anatoliy Shabotenko | UKR | 220.80
13. Todor Spasov (wildcard) | BUL | 203.10
14. Matt Cowen | UK | 178.20

Commenti