Rov-jack-big

Conoscere le condizioni di uno scafo senza toglierlo dall’acqua è sempre un vantaggio. Con il rov questa possibilità è offerta a tutti. Il Remote Operated Vehicle (veicolo a controllo remoto), si pilota dalla superficie tramite un cavo ombelicale lungo 100 metri. Il veicolo subacqueo di Robot Eye ha in dotazione una videocamera in HD, luci a led, quattro motori vettoriali con riempimento a olio, due motori assiali, mentre i monitor e il pannello di controllo rimangono nella valigia di trasporto.

 

Un robot per amico

Rov-jack-1Questo strumento dà agli armatori, ai comandanti e anche (e soprattutto) ai cantieri la possibilità di risparmiare sulle normali operazioni di controllo e manutenzione, sia prima sia dopo l’esecuzione di un lavoro a bordo. Lo stesso vale per i gestori di porti e di marina che devono controllare lo stato delle opere a mare e dei fondali. Inoltre, il rov è un valido ausilio per le video ispezioni da svolgere in condizioni difficili o decisamente ostili, evitando rischi al personale umano. 

 

Senza il vincolo della proprietà

Per accedere ai servizi di questo utile supporto robotizzato, non è più necessario possederne uno, basta acquistare il servizio e questo è oggi possibile diventando proprietari di una quota tramite la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso. Acquisto sicuro perché se non sono raggiunte le 100 adesioni il denaro è totalmente rimborsato. Il prezzo è interessante: le quote partono da 500 euro, un prezzo inferiore a quello del singolo intervento effettuato da chi gestisce uno strumento del genere. L’iniziativa Robot Eye, capitanata da Emidio Collevecchio, è intrapresa da un gruppo di tecnici certificati dal RINA.

 

Commenti