vor-cardiff-1

Interrompendo temporaneamente la serie di annunci riguardanti le sedi della dodicesima edizione, il direttore operativo della regata Tom Touber ha annunciato l’accordo con la città gallese, nel corso di una conferenza tenutasi oggi nella Norwegian Church di Cardiff. La Volvo Ocean Race, che ebbe inizio nel 1973 con il nome di Whitbread Round the World Race proprio con la partenza da Portsmouth nel Regno Unito, ha successivamente spostato il suo quartier generale dall’Inghilterra alla città spagnola di Alicante nel 2010. L’ultima volta che il Regno Unito ha avuto una sede di tappa è stato durante l’edizione 2005/06 con Portsmouth.

E’ fantastico poter essere in gradi di annunciare che la regata raggiungerà ancora una volta le acque britanniche, e il debutto di Cardiff è una notizia molto positivaha commentato il COO Tom Touber. “La lotta per ospitare la Volvo Ocean Race non è mai stata così dura, con oltre 80 località coinvolte nel processo per la dodicesima e tredicesima edizione. Cardiff ha presentato una candidatura particolarmente interessante per aggiudicarsi uno degli slot più richiesti in Europa e, con tali infrastrutture ed entusiasmo, sono certo che sarà uno stopover da ricordare. E il fatto che questo annuncio arrivi ben cinque anni in anticipo è un segnale molto forte sul futuro della regata e dell’impegno che le società che fanno capo a Volvo vi infondono.

vor-cardiff-2Alla conferenza di presentazione erano presenti anche Edwina Hart, Ministro dello sviluppo, dell’industria e della tecnologia del governo gallese, la presidente della comunità locale Heather Joyce e il membro di gabinetto per lo sport, il turismo e il tempo libero Huw Thomas. Il ministro Edwina Hart, accogliendo con favore la notizia, ha dichiarato che: “La Volvo Ocean Race è un vero evento globale e il suo arrivo a Cardiff fra due anni segnerà un’ulteriore pietra miliare nella storia della città come ospite di manifestazioni di livello mondiale. Il governo gallese è impegnato ad attrarne sempre di più. Ospitare una tappa della Volvo Ocean Race genererà una spinta economica sostanziale sia per l’economia di Cardiff, che di tutta la regione. Non vediamo l’ora di poter dare il benvenuto a migliaia di visitatori che potranno immergersi nell’atmosfera di una capitale piena di vita e di una nazione con una cultura ricca e diversificata. Siamo pronti a lavorare con la Volvo Ocean Race e i suoi partner, insieme al consiglio di Cardiff e all’Autorità Portuale per dare vita a un evento di livello mondiale.

Da parte sua la signora Joyce, presidente del Council, ha dichiarato: “Questo evento porterà centinaia di migliaia di visitatori nella nostra città e sarà di enorme beneficio all’economia locale. Aver ottenuto lo status di sede di tappa di uno dei più importanti eventi velici del mondo dimostra ancora una volta la capacità di Cardiff di ospitare manifestazioni sportive di livello internazionale. E’ una prova della nostra reputazione di città aperta agli eventi e garantirà l’opportunità a molti non velisti di provare questo sport, attraverso un programma coordinato di attività prima, durante e dopo l’evento stesso.

Sebbene sarà il primo stopover britannico da molto tempo a questa parte, la Volvo Ocean Race ha mantenuto un forte legame con la sua casa originaria. Le barche monotipo Volvo Ocean 65 che saranno utilizzate per le edizioni 2014/15 e 2017/18 sono in fase di costruzione presso un gruppo di cantieri guidati da Green Marine che ha sede vicino a Southampton, sulla costa meridionale dell’Inghilterra. Le altre tre società sono l’italiana Persico, la svizzera Decision e la francese Multiplast.

Commenti