Camper-Horn-041112

Erano le 15.58 di ieri quando i francesi di Groupama tagliavano la linea del traguardo della quinta tappa, aggiudicandosi un più che meritato terzo posto con un gusto amaro ma anche di vittoria. La barca di Franck Cammas, infatti, dopo aver condotto per molti giorni ed essere stata protagonista di un’emozionante match race con gli americani di PUMA aveva disalberato ed era stata costretta a fare scalo in Uruguay. I transalpini, hanno quindi raggiunto Itajaì coprendo oltre 600 miglia con un armo di fortuna, creato dalla parte superiore dell’albero spezzato.

Camper-041112L’arrivo dei transalpini ha quindi lasciato una sola barca ancora in regata. Il team guidato da Chris Nicholson, che è tornato in gara domenica dopo aver effettuato i lavori di riparazione nel porto cileno di Puerto Montt, ha doppiato Capo Horn questa notte alle 2.25. Secondo il report delle ore 12, CAMPER naviga a 14,5 nodi in una brezza superiore ai 23 nodi con raffiche ben oltre i 30. Nelle ultime 24 ore il team ispano/neozelandese ha percorso 362 miglia e si trova a circa 1.800 miglia dalla meta. Chris Nicholson, skipper di CAMPER riconosce che questo momento dell’anno aggiunge difficoltà alla navigazione:Metà aprile è molto tardi nella stagione per passare Capo Horn, idealmente avremmo preferito passare a metà febbraio ma siamo stati vittime di un grande ritardo. Arrivare qui è stata una vera e propria maratona, 200 miglia e 10 giorni in più del previsto.” L’obiettivo di CAMPER è quello di finire la tappa per mettere in carniere i 15 punti della quarta piazza e rimanere sul terzo gradino del podio della graduatoria generale, tenendo alle spalle gli americani di PUMA vincitori della tappa.

Abu Dhabi Ocean Racing ha intanto confermato che il cargo che trasporta la barca verso Itajaì ha lasciato Puerto Montt e che prevede di arrivare il prossimo 17 aprile. Non appena arrivato in Brasile il team si metterà al lavoro per la riparazione della zona prodiera dello scafo danneggiata in pacifico meridionale, un lavoro che durerà circa 72 ore e che permetterà all’equipaggio di ian Walker di prendere parte alla in-port in programma per il 21.
Il calendario della Volvo Ocean Race 2011/12 prevede quattro appuntamenti in terra brasiliana: la regata di prova ufficiale il 19 aprile, la Pro-am il 20, il 21 aprile la In-port (che assegna punti) e infine domenica 22 aprile la partenza della sesta tappa che porterà la flotta a Miami, in Florida USA, per un totale di oltre 4.800 miglia.
L’andamento della navigazione di CAMPER si può seguire con le notizie e la cartografia elettronica aggiornata ogni 3 ore sul sito www.volvooceanrace.com
 
Ordine d’arrivo/posizioni quinta tappa, Auckland/Itajaì:
1. PUMA Ocean Racing powered by BERG: 19d 18h 09m 50s
2. Team Telefónica: 19d 18h 22m 29s
3. Groupama sailing team, 23d 12h 58m 44s
4. CAMPER with Emirates Team New Zealand, + 1.800,4
5. Abu Dhabi Ocean Racing, ritirato dalla quinta tappa
6. Team Sanya, ritirato dalla quinta tappa
 
Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12:
1. Team Telefónica, 147 punti
2. Groupama sailing team, 127
3. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 113
4. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 104*
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 55
6. Team Sanya, 25
(*Prima della fine della quinta tappa)

Commenti