redbull1

La tappa italiana rappresenta una delle grandi novità dell’edizione 2011 del Red Bull Cliff Diving: Malcesine il 24 luglio ospiterà infatti per la prima volta la competizione, regalando a tutti gli spettatori una giornata all’insegna dell’adrenalina.
Red Bull Cliff Diving significa sette gare impegnative, 12 tuffatori, 8 nazioni di provenienza, 26 metri di altezza, 3 secondi di volo mozzafiato e  85km/h di velocità in caduta libera.
Dopo Rapa Nui, Yucatan, Atene e La Rochelle, tutti gli atleti della “magica dozzina” si sfideranno a Malcesine per conquistare il titolo di campione del mondo, ciascuno con il desiderio di stravolgere la classifica e aggiudicarsi l’agognato primo posto.
Malcesine, pacifico borgo medievale sito nella provincia di Verona e affacciato sulle sponde del cristallino Lago di Garda, rappresenta per il Red Bull Cliff Diving un viaggio da Sud a Nord, dal sale all’acqua dolce e dalla roccia alla Rocca, per un crescendo di emozioni per atleti e spettatori. Un’area conosciuta per la sua ampia offerta di attività sportive potrà aggiungere, così, una nuova sbalorditiva disciplina, con i migliori tuffatori del mondo pronti a lanciarsi dal Castello Scaligero.
Nel 2011 il nuovo format di gara aggiunge al Red Bull Cliff Diving una dose extra di tensione. Una nuova dinamica di gara permetterà agli atleti di aggiudicarsi il titolo di campione: dopo tre tuffi gli atleti saranno classificati in una graduatoria parziale e solo i primi sei qualificati accederanno alla manche finale e potranno esibirsi nell’ultimo tuffo. 
Per gli atleti, il 2011 si preannuncia quindi carico di tensioni e aspettative, ma è pur vero che solo un numero davvero limitato di tuffatori professionisti possiede le doti fisiche e psicologiche necessarie per praticare questo sport: quando non c’è spazio per l’errore, con il corpo esposto alla forza di gravità senza alcuna protezione, solo chi riesce a mantenere massima concentrazione e totale controllo del proprio corpo può eseguire il tuffo perfetto. Quest’anno, ad accrescere la tensione negli atleti oltre all’incremento di difficoltà e complessità delle acrobazie, anche l’ambizione, per la maggior parte di loro, di aggiungere almeno un nuovo tuffo al proprio repertorio personale.
Una giuria di cinque giudici internazionali, guidati da Claudio de Miro, capo giudice e campione italiano di tuffi, giudicheranno le performance prendendo in considerazione il decollo, la posizione in aria e l’entrata in acqua. Gli atleti si sfideranno per aggiudicarsi gli agognati dieci punti assegnati a un tuffo davvero impeccabile.
Il 24 luglio la Red Bull Cliff Diving World Series vi aspetta a Malcesine per tenervi con il fiato sospeso durante le incredibili evoluzioni dei 12 atleti, e il 23 workshop aperti con i diver e altri personaggi dello sport per imparare i segreti del tuffo perfetto.

Per maggiori informazioni: www.redbullcliffdiving.com

Commenti