È Audi in tutto e per tutto. La Q3 è sicuramente una delle vetture più interessanti della Casa di Ingolstadt: un SUV compatto (più moda di così…), molto sportivo che in alcuni tratti ha persino dell’off-road. 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-1b.jpgL’ultimo restyling dell’Audi Q3 l’ha resa ancora più grintosa, a partire dal frontale  dove risalta maggiormente la grande griglia single frame, ora rifinita con una bordatura cromata che la collega direttamente ai gruppi ottici. Proprio i fanali sono stati particolarmente curati: all’anteriore ci sono luci di posizione a Led di serie e proiettori xeno plus ma si può optare (a richiesta) per le Full Led.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-5.jpgE in questo caso, i gruppi ottici posteriori offrono un plus utilissimo quale gli indicatori di direzione dinamici che, nel giro di due decimi di secondo si illuminano dall’interno verso l’esterno, dando un’anticipazione visiva della svolta. Le linee laterali dell’auto danno potenza ed eleganza, con il tetto che si protende posteriormente dando una leggera sensazione di sportività. Il restyling della gamma colori – già belle – ora propone anche le tinte metallizzate blu Hainan, argento Cuvée e blu Utopia.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-4a.jpgPer gli interni, adotta da sempre materiali di ottima qualità e seguono una logica lineare: le plastiche morbide sono di ottima qualità sulla plancia, arricchite da eleganti inserti in alluminio. La plancia èe dominata dall’impianto d’infotainment MMI, aggiornata per utilizzare la tecnologia di Google Earth anche in 3D e di Google Street View, con un modulo Connect per smartphone e tablet, coadiuvando poi il Bose Surround Sound System. Per quanto riguarda gli spazi anche i più alti trovano un buono spazio per la testa e, nel caso dei passeggeri posteriori, anche lo spazio per le gambe non manca.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-8.jpgQuesto anche grazie ai sedili anteriori ampiamente regolabili, mentre per accedere al divano posteriore, a causa degli sportelli dalle dimensioni ridotte, l’accesso non è dei più facili. In compenso, il bagagliaio resta uno dei punti di forza, con una capienza più che buona (460 litri in configurazione a cinque posti che salgono fino ai 1.365 litri con i sedili posteriori reclinati) e un profilo interno regolare. 

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-9b.jpgPer quanto riguarda la meccanica Audi propone, a seconda della motorizzazione, un cambio manuale a sei rapporti oppure un S-Tronic a doppia frizione a sei o sette rapporti- Immancabile infine, visto il segmento, la possibilità di avere il sistema di trazione integrale Quattro. Con il cambio S-Tronic si dispone inoltre dell’Audi Drive Select che prevede le modalità “auto”, “comfort”, “dynamic” ed “efficiency” per ridurre ulteriormente i consumi e le emissioni. E ancora non manca il controllo elettronico della stabilità con anche un’inedita modalità offroad, così come sono presenti altri dispositivi di assistenza alla guida vedi l’Audi Active Lane Assist che segnala l’involontario superamento della linea di mezzeria o l’Audi Side Assist che segnala il sopraggiungere di un veicolo nell’angolo cieco dello specchietto, illuminando un led per attirare l’attenzione del guidatore. Sicurezza al massimo, sempre.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-2.jpgTutte le versioni dell’Audi Q3 sono dotate poi del sistema per l’aiuto di partenza in salita, così come si possono avere diversi sistemi di assistenza per il parcheggio tra cui spicca il più sofisticato, che si avvale di sensori a ultrasuoni che misurano l’ambiente circostante per individuare il parcheggio adatto al veicolo e lasciare al guidatore l’unico onere di inserire la retromarcia e di dover agire sui pedali, mentre la sterzata avviene in automatico, gestita dall’Audi Q3. In ottica dinamica, invece, risulta interessante il Dynamic Chassis Control che, grazie ad una valvola proporzionale ad azionamento elettrico, controlla il flusso dell’olio negli ammortizzatori regolando il funzionamento delle sospensioni in base al tipo di strada, allo stile di guida ed alla modalità dell’Audi Drive Select impostata.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-7.jpgPer quanto riguarda la gamma dei propulsori, l’Audi Q3 si presenta solamente con i sovralimentati Euro 6. Gli aggiornamenti tecnici hanno infatti introdotto una migliore efficienza, migliorando anche le emissioni di CO2 che ora risultano ridotte, in media, del 17%. Tre i benzina, contando anche la sportivissima versione RS ed una a gasolio declinata in due varianti di potenza. Il listino parte infatti dal 1.4 TFSI da 150 Cv e sale fino ai 180, o 220 Cv a seconda della versione, del 2.0 TFSI, disponibile solo con trazione integrale Quattro. Per chi è alla ricerca delle massime prestazioni è poi disponibile anche l’Audi RS Q3 con il suo 2.5 TFSI da 340 cavalli.

 

b2ap3_thumbnail_audi-Q3-2b.jpgLa vera forza della gamma è ovviamente il 2.0 TDI: quello da 150 Cv è venduto sia con trazione anteriore, sia con l’integrale Quattro. Lo stesso motore è poi proposto anche nella variante più prestazionale da 184 Cv disponibile però solo in versione Quattro gli allestimenti: base, Sport, Design e Business più il pacchetto sportivo S-Line: l’abbinamento di questi con motori e tipo di trazione crea una gamma molto ampia. Così i prezzi sul fronte benzina partono da 32.200 euro per la 1.4 TFSI sino a 59.500 per la RS 2.5 TFSI quattro S tronic mentre per il 2.0 TDI si va da 30.200 per il 2.0 base sino a 44.300 per il 184 Cv S quattro Design. Non è un biglietto per tutti, ma vale il viaggio. 

Commenti

CONDIVIDI