aia-1

Ebbene: se ancora non ne avete auto l’occasione e volete vederla dal vivo, sappiate che è tornata a casa. Per l’esattezza al Mauritshuis, il museo de L’Aia (Den Haag), la capitale amministrativa dell’Olanda.

 

aia-2Dopo due anni di restauri, la Royal Picture Gallery – ospitata in un maestoso edificio seicentesco – ha riaperto le sue porte alla fine di giugno, presentandosi con una veste rinnovata e più accattivante rispetto al passato. Gli spazi fruibili sono praticamente raddoppiati. Oltre alle tele di Veermer – compreso per l’appunto il suo più celebre capolavoro, detto anche “La ragazza col turbante” – il Mauritshuis ospita anche altre opere del cosiddetto “Secolo d’oro olandese”, comprese alcune delle più famose di Rembrandt, come ad esempio “La lezione di anatomia” del dottor Tulp. Naturalmente è possibile ammirare anche altre opere che testimonia l’eccezionale livello raggiunto dalla pittura fiamminga nel XVII secolo, uno dei periodi di massimo splendore dell’Olanda, sotto ogni punto di vista. Complessivamente sono esposte circa ottocento opere, tutte di notevole interesse artistico. La riapertura al pubblico del Mauritshuis può dunque rappresentare un ottimo spunto per concedersi qualche giorno di relax nella capitale amministrativa olandese e nel suo hinterland. Anche se L’Aia non è dotata di un suo aeroporto, si raggiunge con estrema facilità. Quello di Rotterdam, infatti, dista poco più di 20 chilometri, mentre l’aeroporto di Amsterdam dista circa 50 chilometri. Se volete farvi un’idea prima di organizzare un viaggio, potete trovare con Volagratis tutti i voli in un click.

 

aia-6Gli altri luoghi d’interesse

L’Aia merita sicuramente una visita. E non soltanto perché ospita numerose organizzazioni internazionali. Restando in tema di musei, ad esempio, non si può non visitare la mostra permanente dedicata a Escher, il grafico specializzato nel realizzare opere ricche affascinanti illusioni ottiche e prospettive impossibili. C’è il meglio del suo “repertorio”. Anche i più piccoli resteranno affascinati dal suo genio. Interessante anche il museo municipale (Gemeentemuseum), specializzato in arte moderna, con opere – tra i tanti – di Monet, Kandinsky e Picasso. Ospita inoltre la più importante collezione di opere del pittore olandese Mondrian, tra i principali esponenti del neoplasticismo, movimento artistico caratterizzato da opere astratte e simmetriche. Tra i monumenti più visitati dai turisti, spicca il Palazzo della pace: in stile neo rinascimentale, ospita la Corte internazionale di giustizia. Molto più antico il Binnenhof, la storica sede del Parlamento: sin dal XV secolo è il cuore della politica olandese. Interessanti anche l’Huis Ten Bosch (Casa nei boschi) e il Palazzo Noordeinde: sono queste due delle tre residenze ufficiali della Famiglia reale. Di rilevante interesse architettonico anche le chiese, spesso tendenti al gotico.

 

Mare e divertimento a due passi da L’Aia

aia-3Se avete scelto di visitare L’Aia nel periodo estivo, diventa quasi un obbligo morale trascorrere uno o più giorni di sosta in periferia: a una manciata di chilometri dalla capitale amministrativa olandese, c’è infatti la più famosa località balneare d’Olanda: Scheveningen. Mare e ampie spiagge a parte, qui ci si può rilassare nei numerosi locali, ascoltando musica (anche dal vivo) e sorseggiando una buona birra. Ma soprattutto nei ristoranti potrete gustare dellíottimo pesce fresco. Non è un caso, dunque, che questa sia una delle località più alla moda dei Paesi Bassi. Tra l’altro offre anche ghiotte opportunità per dedicarsi allo shopping. Ma non è la sola ad attirare l’attenzione degli amanti delle vacanze al mare. Anche la spiaggia di Noorderstrand, naturalmente affatto distante dal centro, è molto gettonata, sebbene sia molto meno turistica. Una spiaggia considerata alternativa, molto frequentata dai giovani olandesi. Nellíhinterland meritano una visita anche i giardini della tenuta di Clingendael.

 

aia-4Anche Rotterdam merita una visita

Se avete scelto l’aeroporto di Rotterdam per raggiungere l’Olanda, allora è il caso di approfittarne anche per visitare la seconda città più grande dei Paesi Bassi. Moderna e piena di vita, presenta musei interessanti, come il Boijmans Van Beuningen (comprende opere d’arte medievale e moderna), oppure costruzioni decisamente più contemporanee, come il palazzo che ospita una compagnia di assicurazioni: con i suoi oltre 150 metri è il più alto d’Olanda. Moderno anche il ponte Erasmus. Nelle vicinanze, inoltre, c’è il porto antico, l’ideale anche per trascorrere ore piacevoli in qualche locale. La torre Euromast, invece, vi permetterà di ammirare il panorama della città; mentre le curiose “case cubiche” rappresentano un esempio di architettura innovativa della seconda metà del ‘900. Il Lijnbaan è invece la strada dello shopping. Ma, al di là dei luoghi díinteresse, sarà l’atmosfera vivace e frizzante che permette a Rotterdam di conquistarvi.

 

Commenti