goa-boa-festival

Da lunedì 14 luglio approda al Porto Antico di Genova il Goa-Boa, lo storico festival della città ligure che nel 2014 compie 16 anni, e lo fa in grande stile: una line up importante che tocca tutti i generi musicali, con l’unico comune denominatore della qualità e una location mozzafiato, in centro città completamente circondata dal mare – l’Arena del Mare in Porto Antico nel cuore del Porto di Genova. Una settimana intera di concerti, a partire da il cantautorato “zingaro” di Mannarino (lunedì 14 luglio); accompagnato da undici musicisti e con il trascinante suono della sua chitarra, il cantautore romano farà rivivere sul palco i suoi brani più amati e le note dell’ultimo album Al Monte, alternando all’atmosfera magica e surreale della sua poetica, aria di festa e crepuscolo. Prima di lui la band genovese Ex-Otago e a chiudere la serata Dj Pravda & Chef Berna, un dj set a base di balkan beat, gipsy groove, russian ska, tarantella e latin patchanka accompagnato dall’opera culinaria di uno chef.

 

Martedì 15 luglio il reggae invaderà il palco del Goa-Boa con i concerti dei Sud Sound System, che presentano il nuovo album Sta Tornu, il nono della loro lunga carriera di ambasciatori del reggae in Italia e nel mondo, e dei Mellow Mood, anche loro con un nuovo album, Twinz, prodotto dopo 3 anni di tour in tutta Europa e un viaggio a Kingston per scoprire le radici di questo genere. Ad aprire come sempre una band genovese, i Pedronovaja Soundmachine. A due anni dalla sua ultima apparizione e dopo oltre 5 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, Paolo Nutini torna a calcare i palchi italiani e per la sua prima data sarà al Goa-Boa mercoledì 16 luglio. Dopo il successo di Sunny Side Up ( 2009), Nutini si rinnova e torna sulle scene con Caustic Love, un disco che lo consacra come un’icona della musica mondiale. Il suo marchio di Paolo Nutini è inconfondibile: una voce bassa e roca ma piena di passione e grinta, un sound carico di funk, blues e soul. Ad aprire The Rainband, gruppo indie-rock inglese, che aprirà per Nutini tutte e date italiane.

 

Un’accoppiata inedita sarà protagonista del 17 luglio: gli Afterhours e Le Luci della Centrale Elettrica suoneranno sullo stesso palco per una serata che unisce il rock indipendente italiano con la nuova canzone d’autore.Gli Afterhours continuano il tour di Hai paura del buio?, il loro storico album del 1997, mentre Vasco Brondi porta a Genova il suo ultimo album, Costellazioni, che l’ha consacrato come una delle voci più importanti del cantautorato italiano. Ad aprire i 1000 Degrees. Non manca l’elettronica, che nella serata di venerdì 18 luglio si contamina con generi diversi come il rap e l’indie : protagonista sarà il Gorillaz Sound System, aka Remi Kabaka dei Gorillaz e il vj Roland Hamilton, per uno show che mischia alternative rock, hip hop, electronica, dub and pop.

 

Ma non ci sarà solo questo – sui due palchi ci saranno le esibizioni di alcune teste di serie italiane del proprio genere: Salmo, uno dei rapper più stimati e seguiti della scena italiana,I Cani, band capace di passare da progetto anonimo realizzato interamente in cameretta ad una delle realtà più importanti della nuova scena musicale italiana, i Ninos du Brasil, misteriosa band capace di mischiare batucada e noise, samba ed elettronica, e per concludere i Radici Urbane, cacirri a km zero.

 

Grande chiusura sabato 19 luglio con il concerto di Caparezza, sull’onda del grande successo del suo ultimo album Museica. Assente dai palchi dal 2012 e sull’onda del successo dell’album, Caparezza sta portando in tour uno show dalla forte connotazione artistica, una sua stanza dei giochi, dove il pubblico avrà modo di entrare e verrà condotto nelle personale galleria d’arte. Uno spettacolo da vedere oltre che sentire. Prima di lui sul palco del festival Edipo, cantautore della scuderia di Dargen D’amico, e i Magellano, ultima band genovese del festival.

 

Come ogni anno in ogni serata sarà presente una band “a km zero”, un modo per suppportare la scena musicale locale e le band emergenti. Tra le novità di quest’anno, uno spazio dedicato all’arte visiva: “ilLUSTRO” una sezione parallela di artisti del disegno – illustratori e fumettisti – in una sorta di controcanto grafico ai musicisti che si esibiscono sul main stage. Ogni artista è stato abbinato in base al suo stile di disegno a una rispettiva serata e invitato a esibirsi in una live performance di disegno in contemporanea ai concerti, mescolando note e segni. Gli artisti presenti saranno Alessandro Ripane, Luca Marcenaro, Enrico Macchiavello, Alessandro Parodi, Andrea Musso, Akab, Cristiano Baricelli, BDS Crew e Alex Raso.

 

Il Goa-Boa è organizzato e promosso da Associazione Psyco in collaborazione con Regione Liguria, Comune di Genova, Porto Antico SpA.

 

Goa Boa Festival

14-19 Luglio 2014

Genova, Arena del Mare in Porto Antico

Web: www.goaboa.it

Facebook: www.facebook.com/goaboafestival

 

Commenti