Kayak-Inshore-Guido-Grugnola 03

 

Dopo aver affascinato scandinavi, inglesi e francesi, il kayak sta arrivando anche nel Bel Paese. «Con le sue 3500 miglia di costa l’Italia e le sue isole sono l’ambiente perfetto per navigare con il kayak» racconta Grugnola, un passato da velista con un giro del mondo in regata nel 1981 e che da canoista, dopo le discese nei torrenti, si è dedicato al mare, disciplina di cui è istruttore, guida marina e maestro di canoa. «Il kayak ha una storia di oltre 4000 anni. In origine erano costruiti con un’intelaiatura, di legno o di ossa, ricoperta con pelli di foca e l’abbigliamento del kayaker era un giaccone impermeabile, il tuilik, sempre in pelle di foca, chiuso intorno al volto, ai polsi e al pozzetto del kayak. L’abbigliamento oggi è tecnico e confortevole e i kayak sono costruiti in composito o in PVC, ma il progetto navale è rimasto invariato nei millenni». È  intatto anche il fascino che offre: navigare in pochi centimetri di acqua portando tutto il necessario per una navigazione costiera. Ci si può così addentrare nelle calette e nelle baie più nascoste e grazie alle sue doti marine di questa barca si può affrontare anche navigazioni di oltre 30 miglia al giorno. 

 

Kayak-Inshore-Guido-Grugnola 02«È davvero una maniera affascinante di navigare, assolutamente rispettosa dell’ambiente e a stretto contatto con il litorale», prosegue Guido Grugnola. «E, contrariamente a quanto si pensa, il movimento e le manovre sono molto naturali. Serve solo una buona impostazione per poi progredire velocemente e pagaiare in sicurezza in vista di una crociera molto speciale».

 

Gli obiettivi di Kayak Inshore. Le lezioni si svolgono nella baia di Porto Palma all’isola di Caprera, ma sono previste anche esercitazioni tra le isole dell’arcipelago di La Maddalena. Oltre alla tecnica di pagaiata e all’esecuzione delle principali manovre, sono in programma anche sessioni su come stivare nel kayak le dotazioni, i viveri, l’acqua, e l’occorrente per più giorni di navigazione. Inoltre sono trattate la manutenzione del kayak, la navigazione stimata e il pilotaggio, le norme di sicurezza e le procedure in caso di emergenza in mare. Non mancano le nozioni e le verifiche pratiche che permetteranno di affrontare in autonomia e sicurezza una navigazione costiera in kayak. 

 

Kayak-Inshore-Guido-Grugnola 01La partecipazione a Kayak Inshore di Tuilik non richiede particolari competenze: è solo subordinata a una buona confidenza con il mare e non servono precedenti esperienze in kayak. Il costo è di 760,00 € e include un kayak perfettamente attrezzato messo a disposizione dall’organizzazione, il vitto e l’alloggio nei bungalow del Centro Velico Caprera. 

 

Cell: +39 335 286606

Commenti