unicef-tap-project

Ovvio, si parla di acqua, ma stavolta è quella più importante di tutte: l’acqua da bere. E poi si parla anche di telefonino, ma lo scopo è non usarlo. Dopo essere andati sul sito www.uniceftapproject.org creato dalla Unicef per questa iniziativa, tanto singolare quanto benefica.

 

Il progetto, nato nel 2007 (e che finora ha raccolto oltre 4,5 milioni di dollari), ha da quest’anno un nuovo scopo e una nuova forma di attuazione. Dopo essere andati con il proprio dispositivo mobile all’indirizzo appena indicato, e senza scaricare nessuna app, basta non usarlo e lasciarlo immobile per almeno 10 minuti e l’Unicef, grazie al sostegno dei suoi sponsor, distribuirà tanta acqua quanta ne serve per il fabbisiogno gionraliero di un bambino. Durante il non utilizzo del device, si ricevono informazioni su cosa sta succedendo sui social network durante la vostra assenza (comprese quante foto di gattini sono state postate), e sull’uso e la carenza di acqua in molte zone del mondo.

 

Commenti

CONDIVIDI