SEAMAGINE big

 

Eravamo abituati che solo l’agente 007 poteva usare un sottomarino personale come Aura o mezzi analoghi. O tutt’al più questi erano riservati (nella realtà) a ricercatori e a uomini della calibro del Capitano Jacques­Yves Cousteau. Invece oggi anche un comune mortale può salire a bordo di un sottomarino per esplorazioni subacquee e addirittura possederne uno, magari come toy dello yacht. Un po’ come è successo sul 42 metri Sophia di Moonen, presentato allo Yacht Monaco Show del 2013, la cui piattaforma poppiera è stata ridisegnata, su richiesta dell’armatore, all’ultimo momento, e in fase di costruzione dello scafo, appositamente per poter istallare a bordo un mezzo sottomarino per due persone.

 

Visti da sotto

SEAMAGINE 1Proprio di recente all’ultimo salone nautico di Montecarlo la Seamagine ha presentato una nuova versione a tre posti di questo mezzo subacqueo, particolarmente leggera proprio per essere perfettamente integrata sullo yacht. Si chiama Aura (e sostituisce la versione a tre posti Aurora), ha una lunghezza di 3,3 metri, un’ampiezza di 2,3 metri e un’altezza di 2,2. A secco pesa 3500 chilogrammi e può raggiungere profondità comprese tra i ­200 e ­470 metri. Per il divertimento dell’armatore e dei suoi graditissimi ospiti. 

 

Commenti