Ciro Palumbo
Homo Viator

Il tema dell’esposizione è l’uomo viaggiatore, l’uomo che viaggia nello spazio, nel tempo e nei sogni, ma anche in una dimensione tutta quotidiana. Il viaggio è la natura umana che si evolve: è tra le idee che si creano le connessioni alchemiche che ci aprono le porte della mente.

Il percorso, 30 opere, olii su tela e tecniche miste su carta, si articola in due sezioni, una dedicata alle vedute e l’altra ai mondi legati a visioni.

Ciro Palumbo

Balena gallegiante

Il viaggio che crea energia

L’ispirazione pittorica, tra figure oniriche e vascelli volanti, è una poetica in un costante lavoro di connessioni con il mondo, fatta di evocazioni, profumi, sapori e ricordi del passato che, sublimate in immagini, divengono dipinti. Vedrete mongolfiere, isole volanti, navi greche e balene galleggianti nell’aria. L’ispirazione, personalmente interpretata, va alla scuola della Metafisica di Giorgio de Chirico e Alberto Savinio.

Saranno felici anche gli appassionati della Vespa, il primo modello è arrivato sul mercato nel 1946: lo scooter che ha un posto nella collezione permanente del MOMA di New York e del Triennale Design Museum di Milano, è rappresentato in alcuni dei quadri esposti. La Vespa significa, per molti di noi, il primo assaggio di libertà, magari a una distanza di dieci chilometri da casa, ma sempre un viaggio: un mito trasformato in movimento. Ecco il viaggio che crea energia.

Ciro Palumbo

Ciro Palumbo

Ciro Palumbo, nato a Zurigo nel 1965, attualmente vive e lavora a Torino. Formatosi come Art Director, per approfondire le intuizioni visive e le capacità compositive, vira verso una moderna bottega d’arte, per approdare nel 1994 alla sua attività espositiva, con ormai più di un centinaio di personali in tutta Italia. Ha partecipato, inoltre e tra le altre esposizioni, alla Biennale di Venezia, all’Artexpo di New York e al Contest Art di Miami.  Fatta propria la filosofia dello slow painting, il pittore lavora come in una antica bottega, con l’aiuto di un gruppo di assistenti, su vecchi materiali con tecniche antiche: basti pensare che, tra la prima stesura e la realizzazione del dipinto, sono necessarie anche otto fasi di realizzazione.

HOMO VIATOR

26 febbraio -10 aprile 2016

Museo Piaggio (www.museopiaggio.it)

Pontedera, Pisa

In collaborazione con FMR – ART’E’

Info: tel. 0587 27171

Commenti