…mi sveglio alle 8.30 solo perché un sole potente filtra dalle tende e mi schiaffeggia. Esco sul balcone e ci saranno già 20 gradi. Mahahual si è già svegliata da circa ora, da quando ha attraccato una nave che arriva dalle Isole Cayman.

 

Mi lavo e mi vesto (costume, infradito, niente maglietta) e scendo. Saluto il giardiniere, meccanico, babysitter idraulico e… possiamo andare avanti quanto vogliamo perché Vidal è il vero tutto fare del luogo. Lui risolve qualsiasi problema. «Hola Fabio», mi saluta con un grande sorriso e con gli attrezzi in mano mentre svita qualcosa.«Hola Vidal, todo bien?». In Messico, la risposta, a un «tutto bene?» è sempre positiva. Se c’è qualcosa che non va spesso ti dicono quale sia il problema, con molta tranquillità. Ma anche se qualcosa non va prevale sempre la positività a differenza nostra, come quando, a Milano, un tutto bene, per fretta, o usato come scudo, equivale spesso a una menzogna. Occhiaie, occhi gonfi e zoppicante: «tutto bene?!» Va beh…

 

Divertito, Vidal, mi avvisa che alcuni turisti scesi dalla nave hanno iniziato a bere chissà cosa come fosse caffè… mi aspetto grandi cose. Continuo a camminare e dopo una decina di metri mi trovo in spiaggia. Una giornata spettacolare, calda e senza una nuvola, mare azzurro piatto e pulito. Mi siedo al bar dell’hotel e pregusto la colazione gustandomi delle scene assurde (eccoci, quella cosa che non era caffè sta cominciando a fare effetto), una per tutte: verticali in acqua, non riuscite, di due uomini da 120 Kg ognuno con tanto di sigaro in bocca. L’hotel 40 Canones offre delle colazioni di tutti i tipi e tutte molto buone. Se ti vuoi sentire a casa: cappuccino, pane e Nutella, marmellata ecc. Se ti vuoi sentire americano: uova, fagioli e bacon. Se ti vuoi sentire messicano?!… beh, meglio cambiare idea se vuoi stare leggero!

 

Saluto Andrea e Mimmo, proprietari italiani che hanno aperto hotel, bar/ristorante e vari appartamenti sul retro della struttura circa 12 anni fa quando qui non c’era assolutamente nulla. Hanno fatto un gran lavoro e l’alto numero di prenotazioni e camere occupate ne è la conferma. (I due personaggi e la costruzione si meriteranno un prossimo post).

 

Continua…

 

Commenti

CONDIVIDI