…Cammino nel nulla, sospeso nell’ignoto…

La stagione sta bussando, sento i sorrisi.

Chiamato dai colori arriva un sogno che durerà qualche tempo…

Il mare alle prime luci del mattino e una mano calda che afferrandomi mi fa assaporare il momento, l’infinito di un’anima che svanirà.

La morbidezza della sabbia che rilassa i sensi… e un’occhio mai stanco per un domani che arriverà molto presto.

Un sole che schiaccia la malinconia… il vento parla sottovoce… il tempo rallentato al ritmo delle barche. Persone si sdraiano sotto il riflesso di volare, bambini giocano come se fosse per sempre.

La brezza fa diventare una camicia più bella, seduto ad un tavolino,gustando la vita vera.

La fretta non esiste, c’è solo l’andatura delle tue gambe e il battito del tuo cuore.

Luci soffuse attirano il mistero, l’amore, il futuro… seduto su un tessuto lontano si scruta il fascino di una bellezza che potrebbe cambiare la tua ottica.

Le parole scivolano e si confondono con le risate, gli occhi si incrociano… i ricordi diventano il presente, il profumo durerà per sempre, accompagnando il tuo corpo per il mondo.

Estate, quante emozioni prima di tornare rinchiusi nel cemento… i fiori, l’erba appena tagliata, un sorriso veritiero che sgorga da sguardi speranzosi… l’estate,il dolce far niente… il dedicarsi all’anima… riposarsi su un letto bianco mentre tende svolazzano come rondini verso sera,come il desiderio… un’andatura della vita che non lascia spazio per un’altra vita.

Il viaggio, la gente, il caldo, vestiti leggeri… onde e legno, silenzio e stelle, musica e amore… estate…, sempre nel mio cuore rafforzando il pensiero quando sarà buio.

Commenti

CONDIVIDI